Article Marketing

article marketing & press release

L’EQUILIBRIO E’ IL NUOVO SINGOLO DEI RHUMORNERO

Dopo il successo di “Schiavi Moderni” (Il cimitero dei semplici – 2011) il nuovo album di inediti è anticipato dalla bonus track “L’ Equilibrio” ed è direttamente la band a spiegare la storia di questo brano :

«In attesa dell’uscita del nostro terzo album “EREDI” e in concomitanza con il decimo anno di attività abbiamo deciso di farci un regalo e proporre “L’ Equilibrio”, un brano del nostro primo disco di inediti (Umorismi Neri 2009): questa canzone fu la scintilla che fece nascere il progetto RHumornero. Non avendo mai trovato il suo giusto spazio abbiamo sentito la necessità di riprodurre il brano da zero e portarlo all’attenzione che secondo noi questa canzone merita. »

BIO
I RHumornero sono l’incontro/scontro di musicisti provenienti dal panorama nazionale e internazionale che hanno gravitato in gruppi quali: Super B, Prozac+, Sick Tamburo (solo alcuni).
Nel 2006 l’incontro di Carlo De Toni e Giacomo Macelloni con Antonio Inserillo da vita al progetto RHumornero, una band ispirata al movimento rock indipendente degli anni novanta rigorosamente cantato in italiano.
Dopo pochi mesi ricevono un contratto con l’etichetta “EDEL” con il brano “L’ Equilibrio” per la compilation I-NDIPENDENTE.
Nel 2007 entra a far parte del progetto Ettore Carloni alla chitarra e nel 2008 vengono messi sotto contratto dall’etichetta indipendente Arroyo/Metamusic per produrre il primo LP di inediti dal titolo “Umorismi Neri” distribuito da Venus.
Il disco viene accolto positivamente dal pubblico e dalle maggiori riviste del settore, grazie al forte impatto live vengono scelti come opening act di Marlene Kuntz, Almamegretta, Baustelle, Verdena e nel luglio 2010 ai Deep Purple all’ Arezzo Play Festival, dove vengono riconosciuti dalla critica come miglior gruppo d’apertura del festival.
Ad Ottobre 2011, dopo un anno di assenza dai palchi e un cambio di line-up con l’entrata di Luca Guidi alla batteria i RHumornero presentano il secondo disco di inediti dal titolo “Il Cimitero dei Semplici” prodotto da Marco Ribecai Sabrina Di Ventura e RHumornero che pur essendo un progetto indipendente viene distribuito di nuovo dalla Venus. Il disco ottiene subito ottimi consensi dalla critica e dal pubblico, con l’uscita del video per il primo singolo “Schiavi Moderni”, diretto dall’artista visivo “Fupete”, il gruppo ottiene l’esclusiva per il quotidiano “La Nazione”, passaggi televisivi su Sky e Odeon Tv, vengono scelti dal M.E.I. per il progetto scouting-video oltre a svariati passaggi radio e web radio in tutta Italia.
A settembre 2012 un nuovo cambio di line up con Lorenzo Carpita al basso.
Dal 2006 ad oggi i RHumornero hanno solcato svariati palchi dai piccoli pub ai grandi festival nazionali creandosi un seguito di ascoltatori in tutta Europa e confermandosi come nuova realtà del panorama indipendente italiano.
A gennaio 2014 la band inizia la collaborazione con l’etichetta indipendente HighMidLow Records, gestita dalla Beside Music. Dopo poche settimane il singolo “Schiavi Moderni” entra ufficialmente in programmazione su Virgin Radio ed, tuttora in rotazione, diventa uno dei trenta singoli più trasmessi dal network nel 2014.

Line Up: Carlo De Toni voce chitarra, Ettore carloni chitarra, Lorenzo Carpita basso, Luca Guidi batteria.

DICONO DI LORO :
MusicClub “La band toscana ha i numeri per ritagliarsi uno spazio nell’alternative rock della scena indipendente italiana in quanto incarna tematiche decadenti e introspettive associate ad un sound rock moderno e spettacolare. “Il Cimitero dei semplici” è un disco complesso, quasi magico nell’esprimere le inquietudini della società come se la mente dell’autore e cantante avesse ben decodificato il mondo in cui viviamo e lo porgesse all’ascoltatore con un diverso punto di vista.”
www.pisanotizie.it “Inizio migliore non poteva esserci per il Metarock di Pisa. L’esibizione della band di Cristiano Godano è stata preceduta da quella dei RHumornero, gruppo che si è affacciato sulla scena della musica alternativa nel 2008, con il loro primo album “Umorismi Neri”. La band ha suonato per circa una quarantina di minuti, proponendo 7 – 8 brani del loro repertorio, incoraggiati da un pubblico caloroso che ha apprezzato la loro brillante esibizione.”
Live Report RadioEco “..i RHumornero, orgoglio del rock noir made in Pisa. La loro firma è una forza onnivora, musicalmente parlando… c’è dentro la storia di ogni singolo componente, esperienze di lungo corso. C’è l’attrito del grunge e il sapone della melodia. La scelta di cantare in italiano sicuramente conferisce maggiore espressività a dei pezzi che ci raccontano storie di disillusione, di riso amaro..”
KDCOBAIN “Un lavoro vario ma mai scontato né commerciale, una ventata di freschezza che esce dalla routine del solito alternative italiano di stampo “Afterhours o Marlene”, ma che offre una visione più trasversale, più cruda, più intima e interiore, più ossessiva. L’ennesima dimostrazione che anche cantando in italiano si riesce a fare dell’ottimo hard rock, che non ha nulla da invidiare a band oltremanica o oltreoceano. Insomma un album vero, onesto e diretto, suonato e cantato ad arte e di cui consiglio senza alcun dubbio l’ascolto!” Album : Il Cimitero dei Semplici.
FLASH MAGAZINE “Amarezza tenace, rock cinico, intensità dei testi, pienezza sonora e grunge amabile per questo esordio discografico dai toni vagabondi, veloci e riflessivi al contempo. Un ottimo inizio, grandi potenzialità, indiscutibile arte.” (Ilaria Rebecchi) Album : Umorismi Neri.
ROCK HARD “..traspare anche un certo senso dell’ umorismo nero appunto, come testimoniano liriche che filtrano con il nonsense, lontane da quell’ ermetismo supponente e cialtrone che affligge, invece, molto del rock italiano che conta.” N. Carli Album: Umorismi Neri
UNDERGROUNDZINE “Fa piacere scoprire un gruppo come i RHumornero. Da quando ho iniziato a recensire su questa ‘zine mi son capitati per le mani lavori e prodotti provenienti per lo più dall’area alternative rock nostrana, quello che ho notato e rilevato a più riprese era che mancava una traccia davvero personale in molti. Tra le difficoltà nell’affrancarsi da un sound per certi versi codificato (Verdena, Marlene Kuntz, Afterhours, etc.), nello sposare rock nostrano con influenze straniere che non lo delegittimassero nella sua specificità, nel cercare una via che potesse essere spendibile ma non svenduta, le prospettive sembravano davvero povere salvo rare eccezioni. I RHumornero rappresentano una di queste eccezioni, forse la più interessante in cui mi sia imbattuto sin’ora.” A. Sacchetti Album : Il Cimitero dei Semplici

Francesca Zizzari
Tel. 328 4161425

L’AltopArlAnte – www.laltoparlante.it

PromoRadio ||| PromoVideo ||| PromoStampa&Web

Leave A Comment

Your email address will not be published.