Article Marketing

article marketing & press release

Parioli, Trastevere, San Lorenzo: crollato il valore delle case nei quartieri più famosi di Roma

Cercate un appartamento a Roma? Se la vostra risposta è sì, forse state già confrontando il prezzo delle case in diversi quartieri e vi trovate persi in un marasma di cifre, metri quadrati e punti di vista. Grazie al motore di ricerca di Nuroa.it, portale specializzato nel settore immobiliare, abbiamo analizzato tre quartieri molto diversi della Capitale, che si caratterizzano per differenti servizi e stili di vita, per cercare di aiutarvi nella scelta sempre difficile di cambiare casa: i Parioli, Trastevere e San Lorenzo. I Parioli è il quartiere della borghesia medio-alta, un po’ decentrato e sorto nei primi decenni del Novecento. Era destinato ai gerarchi del regime fascista.
Per i giovani abitanti di quest’area di Roma esiste lo stereotipo di uno stile di vita caratterizzato da un abbigliamento alla moda e da un uso di prodotti costosi, al punto che il nomignolo “pariolino” tende ad indicare a Roma anche i giovani con quello stile, ma non
residenti nel quartiere dei Parioli. Il costo al metro quadrato di un immobile in questa zona è fissato, nel mese di aprile di quest’anno, a 6080 euro, in calo pressoché costante (-20%) dalla fine del 2011, quando era arrivato a toccare quota 7700 euro al metro quadrato. Così un appartamento di medie dimensioni, di 120 metri quadrati, che costava circa 940mila euro,
oggi può costare intorno ai 730mila euro.
Trastevere è invece il cuore di Roma: un quartiere storico e di tradizione popolare, rivalutato negli ultimi 20-30 anni e diventato ormai il centro della movida cittadina, oltre che luogo attrattivo per persone ricche che vi si trasferiscono.
Il quartiere mantiene ancora il suo carattere grazie alle strade tortuose coperte di sanpietrini su cui si affacciano case popolari medioevali. La notte si riempie di persone, sia italiane che straniere, grazie alla ricchezza di ristoranti e pub per ogni fascia di prezzo. È uno dei quartieri più vivi, caratteristici e autosufficienti della città.
Anche qui si è avuto un calo dei prezzi degli immobili, anche se non significativo come ai Parioli: si è passati dai 7553 euro al metro quadrato di novembre 2011 ai 6832 euro di aprile 2014 (-7%). Entrando più nel dettaglio, un appartamento medio di 120 metri quadrati, che costava 2 anni e mezzo fa poco più di 900mila euro, oggi costa 30mila euro in meno, intorno agli 870mila euro.
Infine San Lorenzo è il quartiere frequentato dagli studenti della vicina Università La Sapienza, animato da numerosi pub, ristoranti, birrerie e associazioni culturali. Resta un quartiere piuttosto accessibile per quanto riguarda il costo della vita, anche se, come Trastevere, ha perso negli ultimi decenni la fisionomia schiettamente popolare che aveva assunto dal suo sorgere al dopoguerra. Il quartiere ha ospitato tra i suoi abitanti artisti, artigiani, scrittori e intellettuali, nonché noti esponenti del mondo cinematografico. In realtà San Lorenzo non è un vero e proprio quartiere (anche se tutti lo considerano tale) ma una zona urbanistica di Roma, appartenente al quartiere Tiburtino.
Ebbene, in quest’area della città, vicina alla stazione Termini, si è passati dai 4921 euro al metro quadrato di novembre 2011 ai 3853 euro di aprile 2014, con un calo intorno al 20%, paragonabile a quello dei Parioli. In termini assoluti, parliamo di appartamenti di 120 metri quadrati che sono scesi dai 620mila euro di due anni e mezzo fa ai 460mila euro del mese scorso. Nuroa.it ha realizzato questo studio sui prezzi sulla base dei dati del suo strumento di ricerca sull’evoluzione del mercato, un servizio che permette a tutti gli utenti di conoscere online le principali tendenze del mercato immobiliare, le variazioni dei prezzi (per anno e per mese) per diversi tipi di immobili (case, appartamenti, garage, locali commerciali, uffici, terreni) o per città e quartiere, così come il prezzo al metro quadrato per ogni zona. Anche chi vuole scoprire quali sono i quartieri più convenienti ed economici delle diverse città, perché magari ha intenzione di comprare una casa, può fare tutto con un semplicissimo clic di mouse, standosene comodamente seduto davanti al computer.

Leave A Comment

Your email address will not be published.