Article Marketing

article marketing & press release

La Dieta Vegetaria: cos’è e come funziona

Per dieta vegetariana si indica un modello dietetico a base essenzialmente di vegetali e che esclude la carne di qualsiasi animale. L’interesse nei confronti della dieta vegetariana è aumentato molto negli ultimi anni,anche grazie alla diffusione della cultura new age e della paura suscitata da fenomeni come l’aviaria e la mucca pazza.
La dieta vegetariana esclude le carni di tutti gli animali ma non i loro prodotti (uova e latte), mentre invece la dieta vegana esclude anche i prodotti animali. Molti aderiscono a questa dieta spinti da considerazioni ideologiche ed etiche, altri soltanto perchè la ritengono una dieta valida e salutare. La dieta vegetariana si basa su legumi, verdura, cereali e frutta secca e in misura ridotta comprendono anche latticini e uova per coloro che ne fanno uso.
La dieta vegetariana ha radici molto antiche(è diffusa in india e sud est asiatico da millenni) ed è un regime alimentare che propone molti pregi e molti difetti. Tale dieta riduce infatti il rischio di diabete,ipertensione, iperlipidemia, alcune forme di cancro (neoplasie del colon) e malattie coronariche grazie al consumo elevato di frutta e verdura.
Inoltre il potassio e l’acido linolenico, molto presenti nella dieta vegetariana, contribuiscono a ridurre i livelli ematici di colesterolo. Detto questo, ogni vegetariano (specie se vegano) deve fare particolare attenzione a introdurre tutto lo spettro aminoacidico essenziale, ovvero tutti gli aminoacidi (le molecole che costituiscono le proteine) che il nostro corpo non è in grado di sintetizzare da solo. Altri problemi della dieta vegetariana potrebbero essere la carenza di vitamina B12 (detta anche cobalamina e responsabile dell’anemia perniciosa) e del ferro (necessario per la costituzione dell’emoglobina), della vitamina D (essenziale per la crescita ossea) e del calcio.
Ecco perchè, per seguire correttamente una dieta vegetariana senza incorrere in rischi per la salute, è necessario che l’individuo acquisisca un insieme di conoscenze nel campo della scienza della nutrizione che gli consentano di evitare le carenza a cui un vegetariano potrebbe andare in contro.
Va considerata inoltre la necessità, specie in chi non fa uso di latte e uova, di ricorrere a integratori o alimenti rinforzati. Anche l’eccessivo apporto di fibra alimentare a cui la dieta vegetariana porta può essere pericoloso, in quando troppa fibra apporta un eccesso di acido fitico, una sostanza che ostacola l’assorbimento di alcuni minerali. Inoltre il vegetariano deve sempre accertarsi che la frutta e la verdura che ingerisce siano prive di pesticidi utilizzati in agricoltura .
E’ inoltre opportuno assicurarsi di ingerire la corretta dose giornaliera di vitamina C, in quanto questa favorisce l’assorbimento del ferro, elemento di cui la dieta vegetariana è tendenzialmente povera.
Considera si consultare sempre il tuo medico di fiducia prima di intraprendere qualsiasi dieta.

Leave A Comment

Your email address will not be published.