Article Marketing

article marketing & press release

Come vivere senza malattie e senza medicine usando Vitamina C

La Vitamina C (o acido ascorbico) è considerata il più importante elemento nutritivo per la nostra salute. L’uomo deve assumerlo tramite la normale alimentazione o con degli integratori alimentari come quelli di vitamina C in polvere idrosolubile, perché l’organismo dell’uomo non riesce a produrlo.

Sembrerebbe, da studi effettuati, che questa incapacità sia cominciata, lungo la linea genetica, 25milioni di anni fa, alcuni mammiferi persero la capacità di produrlo perché non avevano bisogno di farlo; mangiavano molta frutta e verdura fresca e a quel tempo veramente naturale che, come si sa, contiene buone quantità di questa vitamina.Purtroppo l’uomo, fin quasi dalla sua comparsa, ha cotto i suoi cibi, perdendo in tal modo la maggior parte della preziosa molecola necessaria alla vita. Ciò rende la vita dell’Homo-Sapiens un percorso ad ostacoli con sofferenze causate dalle malattie.
Per gli animali invece è diverso, il loro fegato produce in media 10gr al giorno di acido ascorbico (= rapportato a 70Kg di peso corporeo), quantità che aumenta considerevolmente in caso di stress, trauma o infezioni.

Negli animali non si riscontrano casi di infarto né malattie degenerative, se non in rari casi; perfino gli animali domestici, che vivono e mangiano in maniera innaturale come noi, non sono malati come l’uomo. Condividiamo le nostre patologie solo con le scimmie (e con le cavie), animali che non producono vitamina C in modo naturale.

Le funzioni della vitamina C e/o dell’acido ascorbico:
La vitamina C, come spesso si dice, è un potente antiossidante ma le sue funzioni nel corpo umano, le reazioni biochimiche a cui partecipa e benefici in realtà sono innumerevoli.
La Vitamina C fornisce solidità, resistenza ed elasticità ai tessuti del corpo: vasi sanguigni, ossa, pelle, tendini.
Se il collagene diminuisce, le ossa diventano fragili (osteoporosi), le articolazioni si indeboliscono (artrosi) e i vasi sanguigni perdono elasticità (ipertensione sanguigna) subendo di conseguenza lesioni varie (arteriosclerosi, infarto, ictus).
Inoltre la pelle diventa vecchia e con molte rughe presenti. Si dice in modo improprio che le rughe siano i “segni dell’età”, ma a volte sarebbe più corretto dire che sono i segni della cronica carenza di vitamina C.

Consigli per assumere la vitamina C se non fosse possibile farlo naturalmente e direttamente dagli alimenti quali frutta e verdura:
Per prima cosa si può andare nelle farmacie più fornite, in specifiche erboristerie o in uno dei negozi online che effettuano la vendita di prodotti naturali per acquistare una confezione (barattolo o sacchetto, di solito formato da 1kg) di vitamina C, è una polvere bianca, fina e idrosolubile, facilmente aggiungibile a qualsiasi bevanda si voglia prendere.

L’assunzione migliore sarebbe a digiuno, prima dei pasti, ma se dovesse dar fastidio allo stomaco, in alternativa la si può assumere durante i pasti o subito a fine pasto.

Utilizzo: La RDA giornaliera prevede un grammo al giorno.
Inoltre è consigliabile ripartire il dosaggio giornaliero in più volte nell’arco della giornata (mattina, pranzo, sera).

Leave A Comment

Your email address will not be published.