Article Marketing

article marketing & press release

La Cartomanzia nell’era moderna uno sguardo al futuro attraverso la conoscenza del passato

La cartomanzia è l’arte di leggere i tarocchi, un’attività che viene generalmente svolta dalla cartomante che attraverso la lettura delle carte interpetra i simboli e le allegorie in esse contenute tenendo anche in considerazione la posizione assunta da esse, in questo modo la cartamente cerca di predire il futuro. La cartomanzia che ha origini più recenti rispetto ad altri metodi divinatori è ancora oggi uno dei metodi di predizione più seguiti e conosciuti nonostante questa si basi sui tarocchi che consistano in carte da gioco di origini antichissime.
Da sempre l’essere umano ricorre a diversi sistemi divinatori per scoprire cosa gli riserva il futuro, nel passato la divinazione è stata appannaggio di oracoli, astrologi e sciamani mentre in epoche più prossime alla nostra ci si è affidati maggiormente all’interpretazione dei segni delle carte attraverso la lettura di cartomanti che grazie alla loro conoscenza ne riescano ad interpretare i segnali. Se interpretrata nel modo corretto la lettura dei Tarocchi può divenire una guida per riuscire ad affrontare le più svariate situazioni superando più facilmente le difficoltà che si presentano in alcuni momenti della nostra vita, la lettura dei tarocchi viene praticata spesso anche per conoscere meglio le persone che ci circondano.
Il luogo di nascita dei tarocchi non è ancora oggi certo quello che sappiamo deriva più da interpretazioni esoteriche che da prove scientifiche, si pensa comunque che derivino da paesi di origini antiche come la Cina, l’Antico Egitto e l’ndia. Nnostante l’incertezza sulla loro origine la loro storia si é affermata atraverso i secoli disepnsando spesso non solo predizioni ma consigli utili e di buon senso, lezioni di vita ch espesso hanno indotto l’evoluzione della storia dell’uomo verso un percorso più equilibrato grazie anche alle interpretrazioni date da persone che comunque erano dotate di sensibilità e conoscenze superiori alla media.
Tra le numerose teorie esoteriche sull’origine dei Tarocchi la più nota è quella che colloca la nascita di queste carte nell’antico Egitto inventati dal dio Thot, anche se alcuni studi gli attribuiscano un qualche collegamento alla cabala ebraica per via del fatto che i Trionfi o Arcani maggiori sono ventidue come le lettere dell’alfabeto ebraico.
La storia dei tarocchi per come li conosciamo oggi inizia con i primi cartomanti che affascinati da queste antiche carte e dal loro significato simbolico cercarono di interpretarne i segni attribuendo agli Arcani Maggiori ulteriori significati in relazione alle raffigurazioni, al loro nome e alla numerologia associata ai numeri sulle carte. Queste nuove interpretazioni furono poi simbolizzate entrando a far parte di nuovi mazzi di carte arricchendo il significato dei tarocchi sia dal punto di vista iconografico sia dal punto di vista simbolico, molto spesso i tarocchi sono stati adattati anche al luogo di origine di chi li studiava dando vita ad innumerevoli versioni di queste antiche carte a seconda dei paesi di riferimento.
Un mazzo di tarocchi è formato da 78 carte suddivise in 2 sottogruppi, di cui il primo è di 22 carte illustrate con figure simboliche, anticamente chiamate Trionfi o Arcani Maggiori, l’altro in 56 carte suddivise in 4 serie, gli Arcani Minori che, a seconda dei paesi possono mutare tipo di insegna.

Leave A Comment

Your email address will not be published.