Article Marketing

article marketing & press release

Il Salento si riconferma meta top per l’estate 2016

Il Salento ancora una volta si riconferma una meta preferenziale per le vacanze estive. Questo trend, che si era già registrato forte l’anno scorso, si riconferma nuovamente anche quest’anno.
Nonostante una previsione di bassa affluenza registrato in un’indagine dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori, la penisola salentina risulta essere ancora una meta ambita dalla maggior parte dei vacanzieri.
A cosa è dovuto tutto questo successo?
Le spiagge salentine sono sempre state utilizzate per la maggior parte dagli abitanti dei paesi limitrofi e questo ha fatto sì che restassero abbastanza incontaminate, a riprova di questo ci sono i numerosi premi che ogni anno queste spiagge conquistano.
Così come lo scorso anno, anche quest’anno la Puglia ha conquistato numerose Bandiere Blu, ben 11, da Castellaneta, a Polignano a Mare, sino a giungere nel basso Salento con le spiagge a Pescoluse e in generale nel territorio salvese, che è stato anche premiato per la pulizia e la sostenibilità del suo patrimonio costiero.
Si riconferma quindi una regola generale, che vale per qualsiasi meta turistica: il rispetto delle regole nonché la promozione di tutte le buone pratiche di tutela ambientale, nel medio e lungo periodo viene ripagato da una sempre maggiore affluenza di persone.
Un altro aspetto da non sottovalutare è anche la promozione, argomento che negli ultimi anni è tenuto sempre più in considerazione. E’ importante legare la meta turistica al concetto di esperienza, non soltanto ad uno strumento del quale si usufruisce nel ristretto periodo di vacanza.
Il turista si deve sentire parte di questa esperienza, parte di qualcosa che va oltre la semplice vacanza, ma che contribuisca a costruire per lui un ricordo duraturo e di conseguenza il desiderio di tornarci.
La Provincia di Lecce è stata una delle prime a capirlo, attuando tutta una serie di azioni di promozione e sviluppo del suo territorio ed ha pensato bene di potenziare numerosi servizi per permettere ai baldi vacanzieri di raggiungere le mete più rinomate con facilità; è il caso, ad esempio, del SalentoinBus: servizio integrato di trasporti pubblici che raggiunge tutte le spiagge della provincia, ad orari regolari e con grande frequenza, passando dalle cittadine più importanti come Gallipoli e Otranto, per poi raggiungere la stazione di Lecce.

Questo ovviamente è solo un piccolo esempio di ciò che si può fare per contribuire allo sviluppo delle spiagge salentine, occorre sempre tenere a mente quanto è importante salvaguardare il patrimonio costiero, la flora, la fauna autoctona e lo splendido cordone dunale che rende così caratteristiche queste spiagge. Ancora le antiche sorgenti sparse su tutto il territorio calcareo salentino, da Torre Vado sino a Santa Maria di Leuca, le numerose specie marine, gli isolotti e tanto altro.
Si auspica quindi che anche quest’anno le Amministrazioni Comunali del Salento si stiano organizzando nel migliore dei modi, così da prepararsi alla nuova ondata di turisti che arriverà, e noi ci prepariamo ad un altra estate rovente.

Leave A Comment

Your email address will not be published.