Article Marketing

article marketing & press release

Risparmiare sul riscaldamento, semplici operazioni per lo scaldabagno

Spesso accade che le volte in cui si pensa allo scaldabagno siano essenzialmente due: quando si è insaponati sotto la doccia e inizia a uscire acqua fredda dal rubinetto e quando a causa di qualche danneggiamento lo scaldabagno perde acqua facendo allagare la propria casa.

Di questo passo lo scaldabagno finisce per diventare uno degli elettrodomestici meno efficienti della propria casa e allo stesso tempo quello che ha bisogno di un numero sempre maggiore di riparazioni. Al tema dell’efficienza energetica degli scaldabagni a gas si allaccia benissimo quello del risparmio: uno scaldabagno che viene tenuto bene e sottoposto a manutenzione periodica non perde la sua efficienza e già permette di risparmiare.

Come mai? In primo luogo perché si abbassa il rischio di guasti e malfunzionamenti improvvisi che richiedono riparazioni e pezzi di ricambio e in secondo luogo perché la manutenzione mantiene efficienti e funzionali le sue parti interne evitando l’accumulo di calcare.

Il primo passo per risparmiare con il proprio scaldabagno, quindi, è farlo controllare da un tecnico esperto almeno una volta l’anno in modo da poterlo mantenere efficiente.

In secondo luogo, un aspetto importante da controllare è la temperatura dell’acqua calda sanitaria impostata. Riuscire a regolarla con precisione dipende moltissimo dal tipo di scaldabagno posseduto: se si possiede uno scaldabagno con delle semplici manopole può essere difficile regolarla in modo ottimale. In questo caso l’ideale è impostarla su un livello medio.

Nel caso in cui si fosse dotati di uno scaldabagno più “tecnologico” caratterizzato magari da un pannello con display a cristalli liquidi è possibile impostare la temperatura dell’acqua calda in modo più preciso. L’ideale è tenerla impostata tra i 45 e i 55 °C: in questo modo si ottiene dell’acqua a una buona temperatura per la doccia senza sprechi eccessivi di combustibile.

Un altro modo abbastanza semplice per rendere lo scaldabagno più efficiente è quello di verificare il corretto isolamento dei tubi. È la soluzione perfetta se si ha uno scaldabagno installato esternamente o in un locale come un garage o un seminterrato con i tubi esposti all’aria e al freddo. Non c’è bisogno di grandissime conoscenze tecniche per ottenere buoni risultati. Spesso basta soltanto un po’ di polistirolo da applicare intorno alle tubature. Isolando le tubature si riesce a limitare lo spreco di combustibile perché l’acqua calda tenderà a perdere meno calore nel tragitto che compie per arrivare in bagno o in cucina.

È possibile anche provvedere a isolare l’intero scaldabagno, una soluzione particolarmente utile se si possiede un modello con accumulo integrato. In commercio esistono semplici kit di isolamento che possono essere installati in pochi minuti anche da chi non ha esperienza. Questi kit possono essere acquistati nei negozi di bricolage o persino online su siti web come Amazon a un costo davvero irrisorio.

Abbassare la temperatura dell’acqua calda sanitaria e migliorare l’isolamento dello scaldabagno aiutano già moltissimo a ridurre i costi del riscaldamento. Hai bisogno di consigli in più? Il nostro centro di assistenza per scaldabagni Hermann Saunier Duval a Roma è a tua completa disposizione!

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Copyright © 2018 www.article-marketing.eu - Tutti i diritti riservati - Powered by link UP Europe! P.IVA 09257531005
Associazione Culturale per l'uso didattico ed etico dell'informatica
Sede legale: Via Pietro Rovetti, 190 - 00177 - ROMA