ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ' active_time = 1519246490, active_ip = '54.196.145.24', act' at line 2
---
REPLACE INTO it_active SET active_id = , active_time = 1519246490, active_ip = '54.196.145.24', active_user_agent = 'CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)', active_session = 'b33lhiv43db7vipk1t42q5f3s1'
---
ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3
---
SELECT * FROM it_comments, it_users WHERE user_id = comment_author_id AND comment_topic = 66969 AND comment_type = 'articles' AND (comment_state = 1 OR comment_author_id = ) ORDER BY comment_date ASC
---
You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3 I pericoli del "digiuno terapeutico"

Article Marketing

Articoli, recensioni e comunicati stampa

I pericoli del "digiuno terapeutico"

Inviato da: noridi | Visite totali: 0 | Numero di parole: 576 | Data: 6-08-2013 - 9:10 PM



Ogni anno, decine di migliaia di persone in Italia si rivolgono al proprio nutrizionista di fiducia per chiedere consigli a proposito della metodologia più appropriata per dimagrire (www.non-riesco-a-dimagrire.com) . Molto spesso, purtroppo, questa domanda fondamentale viene posta alla persona sbagliata, dato che molte volte ci si rivolge esclusivamente ad un medico generalista che, ci duole dirlo, nove volte su dieci non ha conoscenze approfondite a proposito di nutrizione.
La parola "dimagrimento", dunque, è ormai diventata un vero e proprio spauracchio nella nostra società a causa della grande disinformazione imperante in merito. Basta aprire una qualsiasi rivista di "benessere" per trovare almeno cinque tipi di dieta completamente diversi fra loro. A volte, in particolare, mi è capitato di leggere consigli un pò azzardati riguardo al cosiddetto "digiuno terapeutico", ed è per questo motivo che ho deciso di scrivere questo breve articolo a riguardo.
Il digiuno, infatti, ha aspetti positivi e negativi che devono essere compresi a fondo prima di decidere anche solo teoricamente di seguire questa strada. Da un lato, infatti, a mio avviso è fondamentale per depurare il corpo a fondo e liberarlo dalle scorie (perchè di questo si tratta, anche se il termine può sembrare un pò estremo) e dalle tossine accumulate nel corso di anni e anni di alimentazione e stile di vita errati.
Dall'altro lato, però, il digiuno può essere effettuato solo ed esclusivamente da persone che abbiano seguito per un periodo di tempo sufficientemente lungo una dieta "di transizione", con la quale si intendo un periodo di disintossicazione graduale e costante per mezzo di una alimentazione più equilibrata e sana rispetto a quanto avveniva in precedenza.
Ritengo che sia fondmentale sottolieare l'importanza di questa "dieta intermedia", perchè solo dopo aver preparato il corpo a dovere sarà possibile passare alla fase successiva, cioè il digiuno vero e proprio. In assenza di questo periodo di transizione, infatti, ci sarebbero rischi concreti e potenzialmente devastanti: in alcuni casi documentati questo tentativo azzardato si è concluso con il decesso del malaugurato.
I rischi, dunque, sono molto alti, e ciò accade per una ragione molto semplice: durante un digiuno il nostro corpo, non dovendo utilizzare energia per digerire il cibo che ingeriamo (che, ricordiamolo, nella stragrande maggioranza dei casi, è una fonte ricchissima di tossine) inizia automaticamente a liberarsi delle scorie accumulate in precedenza. E se le tossine già presenti in circolo sono troppe, non è in grado di smaltirle, causando un "corto circuito" più o meno grave.
E' dunque importante essere a conoscenza delle potenziali conseguenze negative che una pratica di questo tipo comporta. I benefici di un digiuno eseguito nel modo giusto sono indiscutibili, ma (come detto in precedenza) su questo tema c'è davvero una grande disinformazione che, a nostro avviso, è anche piuttosto rischiosa.
La stada ideale da seguire, dunque, prevede un approccio molto più graduale nel tempo, con un periodo intermedio di almeno sei mesi, nel corso dei quali il nostro organismo avrà modo di depurarsi quel tanto che basta per scongiurare pericoli di sorta durante un eventuale digiuno. Infine, è opportuno ricordare che qualunque pratica estrema (digiuno compreso) andrebbe sempre accompagnata dall'attenta supervisione di un esperto. In particolare, consigliamo di consultare un nutrizionista specializzato in naturopatia, che saprà fornire tutte le indicazioni necessarie per perdere peso in modo sano e naturale.

Note sull'autore

L'autore dell'articolo è un esperto di dimagrimento e nutrizione naturale.

Commenti

Nessun commento postato.

Scrivi un commento

Per poter commentare devi prima effettuare il login.
Copyright © 2018 www.article-marketing.eu - Tutti i diritti riservati - Powered by link UP Europe! P.IVA 09257531005
Associazione Culturale per l'uso didattico ed etico dell'informatica
Sede legale: Via Pietro Rovetti, 190 - 00177 - ROMA