ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ' active_time = 1516284359, active_ip = '54.82.29.141', acti' at line 2
---
REPLACE INTO it_active SET active_id = , active_time = 1516284359, active_ip = '54.82.29.141', active_user_agent = 'CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)', active_session = '71p7rt4im9el9sg1qptqhmnh16'
---
ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3
---
SELECT * FROM it_comments, it_users WHERE user_id = comment_author_id AND comment_topic = 89464 AND comment_type = 'articles' AND (comment_state = 1 OR comment_author_id = ) ORDER BY comment_date ASC
---
You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3 Come preparare a casa il frullato di Aloe di Padre Zago

Article Marketing

Articoli, recensioni e comunicati stampa

Come preparare a casa il frullato di Aloe di Padre Zago

Inviato da: lucalagazio | Visite totali: 0 | Numero di parole: 728 | Data: 8-01-2016 - 5:18 PM



In questo articolo ti spiegherò come realizzare a casa e a costo zero, il frullato di Aloe come da ricetta di Padre Romano Zago. Si tratta della famosa ricetta brasiliana che i popoli delle Favelas usano da secoli per prevenire e curare una lunga sequela di malattie, compreso il Cancro.
Queste popolazioni infatti sono molto povere e non hanno le capacità economiche per acquistare i farmaci necessari alle proprie cure. Per cui fanno uso delle risorse che la natura gli mette a disposizione. L'Aloe, o meglio l'Aloe Arborescens è uno di questi.


Di cosa hai bisogno? Per preparare il frullato di Aloe a casa hai bisogno di tre ingredienti, tutti fondamentali, dato che oguno di questi ha una sua funzione e una sua peculiarità.

1 - Foglie di Aloe: Innanzitutto avrai bisogno di una pianta di Aloe Arborescens. La pianta dovrebbe avere almeno 4-5 anni di vità. Questo perché a questa età la pianta raggiunge la piena maturità, tempo necessario per ottenere il massimo in termini di principi attivi e quindi di benefici. E' inoltre importante che la pianta sia stata coltivata biologicamente (cioè senza l'uso di concimi chimici o pesticidi) e che sia stata coltivata all'aperto, possibilmente esposta al sole, in quanto è dal sole e dalla terra che ottiene i suoi poteri curativi. Le foglie vanno raccolte quando il sole è basso (tramonto, alba), oppure quando è buio. Questo perché la luce del sole distrugge alcuni enzimi e vitamine che sono fotosensibili.

2 - Miele: Il miele è importante per diversi motivi. Innanzitutto perché è un veicolante, cioè grazie al miele i nutrienti contenuti nell'Aloe riescono a raggiungere facilmente anche gli angoli più nascosti del nostro corpo. Il secondo motivo è che il miele è dolce, mentre le foglie dell'Aloe sono estremamente amare e la maggior parte delle persone non riuscirebbe ad assumere il frullato senza un minimo di dolcificante. In ogni caso il miele è estremamente utile perché potenzia l'effetto dell'Aloe Arborescens, dato che anche il miele contiene un gran numero di nutrienti benefici per l'organismo, con proprietà antimicrobiche, antivirali ed antitumorali. Infine il miele è un conservante naturale ed è necessario per aumentare i tempi di conservazione del prodotto finale (dato che non si usano conservanti).

3 - Grappa (o altro distillato tipo whisky, gin, vodka, ecc.): la grappa è fondamentale sia perché è un vasodilatatore, una proprietà necessaria per aumentare l'assorbimento dei nutrienti contenuti nell'Aloe, sia perché, come il miele, agisce da conservante. Senza la grappa e il miele, il frullato di Aloe andrebbe a male nel giro di pochi giorni, con il miele e la grappa può durare più di un mese.


Questa è la posologia:

- 350 g di foglie di Aloe Arborescens (compresa la buccia, vanno tolte solo le spine);
- 500 g di Miele biologico (non pastorizzato);
- 3-4 cucchiai di grappa o di altro distillato

Si frulla il tutto e poi si mette il frullato in un recipiente di vetro (non di plastica e neanche di ferro). Il vetro dev'essere scuro, o in alternativa va coperto con della carta stagnola, o della carta che impedisca il passaggio della luce. Il frullato va poi posto in frigorifero e si conserverà per circa un mese, un mese e mezzo.

Quanto e quando assumerlo? Il frullato va assunto ogni giorno, 3 volte al giorno, lontano dei pasti (mezz'ora prima o 3 ore dopo). E' importante non assumerlo subito prima o subito dopo i pasti, perché questo comprometterebbe l'assorbimento dei nutrienti.

L'assunzione va portata avanti finché il preparato non si esaurisce. Dopo di che si può stoppare l'assunzione per 10-20 giorni e poi riproseguire. Se una persona è malata il frullato va assunto fino a guarigione completa.
Se invece lo si assume solo per prevenzione, il frullato andrà assunto almeno una volta all'anno, ma nessuno ci vieta di assumerlo di più.

Se ti sembra troppo complicato fare tutto ciò da solo a casa, puoi acquistare qui il frullato di Aloe fresco (www.aloedipadrezago.it) , preparato all'ordine.

Note sull'autore

Commenti

Nessun commento postato.

Scrivi un commento

Per poter commentare devi prima effettuare il login.
Copyright © 2018 www.article-marketing.eu - Tutti i diritti riservati - Powered by link UP Europe! P.IVA 09257531005
Associazione Culturale per l'uso didattico ed etico dell'informatica
Sede legale: Via Pietro Rovetti, 190 - 00177 - ROMA