Article Marketing

article marketing & press release

Come misurare la redditità aziendale

Il management di un’azienda deve essere in grado di porre in essere un accurato e tempestivo controllo economico e finanziario. L’analisi economica serve per capire come l’azienda è stata gestita nel suo complesso.

Il profitto è il movente e l’obiettivo per la sopravvivenza dell’azienda. Molti imprenditori e responsabili di funzione considerano “il profitto”, l’utile che hanno sui ricavi; altri, invece, considerano “il profitto”, l’utile che hanno sugli investimenti; altri imprenditori ancora, considerano “il profitto”, l’utile come “ritorno” su tutte le risorse utilizzate dall’impresa, cioè, sull’attivo. Responsabili delle vendite vedono gli utili legati al volume. Quindi l’obiettivo del management non deve essere soltanto il profitto, ma la salute finanziaria dell’impresa.

L’analisi della redditività da informazioni circa la situazione economica dell’impresa, intesa come capacità di remunerare, dopo la copertura dei costi, il capitale prorio e dei terzi.

Per conoscere e misurare la redditività delle imprese si possono
utilizzare diversi indici quali ROE, ROI, ROS e CTO.

Il ROE misura la redditività effettivamente ottenuta
dall’impresa ed il grado di remunerazione del rischio affrontato
dall’imprenditore o dai soci; il ROE riguarda tutta la gestione
aziendale.

Per valutare ed analizzare le potenzialità di reddito dell’azienda
indipendentemente dagli eventi finanziari, fiscali ed
extracaratteristici, si può utilizzare il ROI.

La capacità di produrre reddito è legata al fatto che l’impresa
ottiene ricavi superiori ai costi. Per esempio se un prodotto viene
prodotto sostenendo costi complessivi per ¬ 100, si ottiene un utile solo
se si vende il prodotto ad un prezzo superiore al costo sostenuto. Nell’ambito
dell’analisi, la redditività dell’impresa viene misurata anche dal ROS che esprime la relazione esistente tra volumi-costi-
prezzi di vendita, tendendo conto dell’efficienza aziendale interna e del
mercato in cui opera l’azienda.

Oltre che dal volume delle vendite (cioè fatturato), i risultati ottenuti
nel corso dell’esercizio sono influenzati anche dal numero delle operazioni
(quantità vendute) effettuate nel periodo. Poichè dall’analisi si vuole
conoscere l’ origine della redditività globale, è opportuno calcolare “il
numero delle volte” che, nell’anno, si è ripetuta la rotazione
degli impieghi (CTO).Più il CTO è elevato maggiore è l’efficienza
dell’impresa che presenta un più rapido ciclo investimenti- disinvestimenti.

Leave A Comment

Your email address will not be published.