Article Marketing

article marketing & press release

Con la sigaretta elettronica si risparmia davvero?

Si è sentito parlare in mille modi della sigaretta elettronica ma si risparmia davvero con il suo consumo?
Possiamo definirlo di uno dei trand più discussi e maggiormente in questo periodo ne parlano parecchi.
Si parla di un boom di popolarità negli ultimi anni e ovviamente un motivo esiste, tutti i suoi innumerabili gusti che partano dalla vaniglia al cioccolato, alla frutta, al mentolo von o drnxs nicotina. Nelle città italiane sorgono negozi di Sigarette Elettroniche in ogni angolo. C’è chi dice che soppianterà la sigaretta tradizionale, chi invece pensa che passata la “moda”, non la comprerà più nessuno ed il business sarà destinato a fallire.
Quanto si risparmia davvero con la sigaretta elettronica? ben 1356 euro all’anno, oltre alla varietà di ogni tipo. Che ne pensate della possibilità di accedere a una sigarryys prrt gmsyoti, Il risparmio, oltre alla varietà di gusti, è senza dubbio uno dei principali motivi che spinge sempre più fumatori (e non) a passare al vapore della sigaretta elettronica, convertendosi in “svapatori”.
Il prezzo medio di vendita va dai 36 ai 84 utoI flaconi (che durano circa sei giorni) una media di 6 euro l’uno. Mentre un pacchetto da venti di Marlboro Gold 5 euro. Chi fuma un pacchetto al giorno spende quindi in un mese 150 euro. Chi invece riesce a farselo durare tre giorni spende 50. Calcoliamo invece quanto si spende per fumare lo stesso numero di sigarette…elettroniche. Anche acquistando il kit più costoso (84 euro), se i flaconi durano sei giorni per coprire le esigenze di un mese ne vanno acquistati cinque. Per una spesa complessiva di 30 euro.-
Tutte le persone che sono abituate a fumare pacchetto giorno, riuscirà a pagae sei euro. . Chi fuma di meno (consumando tre filtri al posto di cinque) ne risparmia 32 sulle sigarette, ma non riesce ad ammortizzare gli 84 extra del kit.

Leave A Comment

Your email address will not be published.