Article Marketing

article marketing & press release

Lamorgese chiede un codice di condotta per le navi private

La ministro degli Interni italiano Luciana Lamorgese ha chiesto un “codice di condotta” per le navi private che effettuano operazioni di salvataggio nel Mediterraneo. Vuole che l’UE introduca “regole per la sicurezza dei migranti e dei membri dell’equipaggio”.

Luciana Lamorgese, ministro degli Interni italiano, ha dichiarato che l’Italia ha richiesto un codice di condotta per le imbarcazioni private che operano nel Mediterraneo in un Consiglio degli affari interni dell’UE lunedì.

Lamorgese ha affermato che la sua intenzione era “non mettere in discussione il salvataggio di vite umane, che rimane una priorità, ma per creare regole per la sicurezza delle navi e per la sicurezza non solo dei migranti che vengono salvati in mare ma anche dei membri dell’equipaggio “. 
Accordo di Malta che dà risultati, Lamorgese 
Lamorgese ha anche affermato che un accordo con i migranti firmato a Malta a settembre sulla ridistribuzione dei richiedenti asilo “sta dando i suoi frutti come] la Commissione europea ha richiesto la ridistribuzione in Europa dei migranti che hanno raggiunto le coste italiane [durante] gli ultimi sbarchi [… ] che non era mai successo prima. ” 
Il ministro degli Interni ha osservato che paesi che non avevano mai preso parte a questo tipo di ridistribuzione prima, come la Spagna, ora hanno aderito all’iniziativa. 
Il commissario Johansson “presto in Italia”
Lamorgese ha sottolineato che il dialogo è già iniziato con i membri della nuova Commissione europea, in particolare con il commissario per gli Affari interni Ylva Johansson, che ha “promesso che verrà in Italia il più presto possibile per un incontro.”

FONTE: infomigrants.net | ansa.it
IMMAGINE: infomigrants.net

Leave A Comment

Your email address will not be published.