Article Marketing

article marketing & press release

Greta Thumberg in un adesivo choc subisce violenza

Greta Thumberg in un adesivo choc subisce violenza

Una compagnia energetica dell’Alberta (Canada) sta affrontando un’ondata di critiche sui social media per un’immagine che include il logo della loro azienda e una donna o ragazza che assomiglia all’attivista contro i cambiamenti climatici Greta Thunberg .

IMMAGINE IN EVIDENZA: Credit globalnews.com (A causa della natura grafica implicita, Global News ha scelto di oscurare parte dell’immagine)

L’immagine, che sembra essere un adesivo o una decalcomania, mostra la sagoma di una donna o ragazza nuda da dietro, con le sue due lunghe trecce che vengono tirate indietro con le mani dietro di lei. La parola “Greta” è scritta sulla parte bassa della schiena e il logo “X-Site Energy Services” è nella parte inferiore dell’illustrazione.

Rocky Mountain House, Alta., La signora Michelle Narang ha detto a Global News che ha quasi pianto quando ha visto una foto dell’immagine, che le è stata inviata da un’amica che lavora nel settore petrolifero. “Mi sono seduto su tutto il giorno e ho pensato: ‘Non c’è modo di stare zitto perché non va bene. Non è assolutamente OK.
Disgustata, ha condiviso i suoi pensieri e la foto in un post su Facebook.
“Questa compagnia rappresenta tutto ciò di cui l’industria petrolifera e del gas ha bisogno per combattere”, ha detto Narang a Global News mentre leggeva ciò che aveva pubblicato online.
“Sono assolutamente disgustato dal fatto che X-Site Energy Services possa pensare che gli uomini e le donne che lavorano duramente nel settore energetico perdonino questa rappresentazione di un bambino chiaramente violentato.”
Non pensava che l’adesivo potesse essere ignorato, quindi ha detto di aver chiamato Doug Sparrow, direttore generale di X-Site Energy Services, per chiedergli se avevano realizzato gli adesivi.
“La sua risposta quando gli ho chiesto se fosse consapevole che c’erano adesivi con il suo logo che raffigurava lo stupro di Greta Thunberg. Ha detto di sì, che è a conoscenza “, ha detto Narang.
“E ho detto: ‘Quindi stai bene con un’immagine secondo cui la tua compagnia condoni lo stupro dei bambini?’ E ha risposto: “Non è una bambina, ha 17 anni”. ”
Sul suo sito Web, X-Site Energy Services si descrive come un giacimento petrolifero e una società con sede industriale che serve l’Alberta centrale e la Columbia Britannica settentrionale.

In questo video del canale YouTube Crux viene riepilogata in video la storia (testo in inglese):


Global News
ha raggiunto il direttore generale Doug Sparrow al telefono mercoledì sera. Alla domanda ripetuta se la sua azienda ha stampato l’adesivo, ha ripetutamente risposto che la sua azienda non ha pubblicato la foto dell’adesivo online.

Ha detto che stava rispondendo a molte chiamate sull’immagine, “personalmente e saggiamente per mitigare il danno che è stato fatto”.

Quando gli è stato chiesto se stava difendendo l’immagine come Narang ha detto di aver avuto durante la loro telefonata, ha detto “Sto difendendo il fatto che non l’ho mai pubblicato.
Non l’ho mai pubblicato. Non sono un pedofilo. Non sono quello che dicono. Tutto a posto?  Non abbiamo pubblicato quella foto. ”

Alla domanda su cosa ne pensasse dell’adesivo, Sparrow non aveva commenti. Ha detto che stava chiudendo tutte le pagine dei social media di X-Site Energy Servicesincluso Facebook perché erano state attaccate.
“Non abbiamo pubblicato quegli adesivi o immagini sui social media. Sono stati taggati sui nostri account – personale e aziendale – che sto chiudendo proprio ora per cercare di mitigare i danni. Non abbiamo pubblicato quella roba sui media, ok? ”
Global News ha provato più volte a chiedere a Sparrow l’origine dell’adesivo con il logo dell’azienda, ma non ha voluto commentarlo. La telefonata è durata poco più di quattro minuti.

Narang ha affermato di essere una convinta sostenitrice del petrolio e del gas, ma ha affermato di non poter tacere su chiunque sostenga, sia esplicitamente che implicitamente, lo stupro e la misoginia. Ha detto che l’adesivo è la peggior rappresentazione che abbia mai visto e l’ha mostrato a sua figlia adolescente, che era arrabbiata.
“Se riesce a capire e vedere il messaggio, sono abbastanza sicuro che un uomo adulto cresciuto che è un leader del settore – un imprenditore nel settore – dovrebbe essere in grado di vedere e comprendere il messaggio che sta pubblicando, “Narang ha detto.
“Non violentiamo donne e ragazze per insegnare loro una lezione. Questo non è il nostro oilpatch “, ha detto Narang a Global News. “Non possiamo avere questa rappresentazione della patch di petrolio e le compagnie petrolifere e del nostro settore possono essere accettate come di consueto. Le persone devono iniziare a parlarne.
Alberta RCMP è a conoscenza dell’immagine e su Twitter ha dichiarato che le preoccupazioni in merito sono state “inoltrate in modo appropriato “.




Venerdì, in un comunicato stampa, Red Deer RCMP ha dichiarato di aver completato le sue indagini su una decalcomania del veicolo che “presumibilmente raffigura un noto attivista per i cambiamenti climatici impegnato in un atto sessuale”. Gli ufficiali hanno stabilito che “la decalcomania non soddisfa gli elementi della pedopornografia … né la decalcomania rappresenta un atto non consensuale che costituirebbe una minaccia diretta per la persona.
“Alberta RCMP non crede che costituisca un reato”, ha detto il comunicato stampa venerdì.

La tarda mattinata di giovedì, Leela Aheer, ministro per la cultura, il multiculturalismo e lo status delle donne di Alberta, ha twittato che considera l’immagine “completamente deplorevole, inaccettabile e degradante”.
“Questo non è ciò che la nostra provincia rappresenta”, dice il tweet. “Chiunque sia responsabile dovrebbe vergognarsi e scusarsi immediatamente.
Sto con gli abitanti di Alberta contro questa immagine orrenda. ”

Il Premier Jason Kenney ha risposto al tweet di Aheer con un post che diceva “Grazie per aver denunciato questa immagine odiosa e il messaggio che invia”.

La Thunberg ha risposto riguardo la questione su Twitter sabato mattina in modo molto composto come è suo solito definendo “disperati” chi l’attacca così.
Evidentemente stiamo vincendo, ha aggiunto.

Ecco in basso il tweet

 

FONTE: globalnews.ca
IMMAGINE: globalnews.ca

Leave A Comment

Your email address will not be published.