Article Marketing

article marketing & press release

Il ministro Di Maio furioso per lo spot “pizza coronavirus” – La notizia vista dalla Francia

Il ministro Di Maio furioso per lo spot “pizza coronavirus” – La notizia vista dalla Francia

Il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio non si è divertito allo spot  perché l?italia sta battendosi contro  l’epidemia del coronavirus con efficacia e con forti danni economici.
Il video di uno scherzo di un comico francese sulla “pizza al coronavirus” è stato recepito molto male nell’Italia colpita dai virus, con i politici italiani che lo descrivono come “vergognoso e terrificante”.
Il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio è stato fortemente critico sul programma satirico di Groland su Canal +, in cui uno chef tossendo sputa il catarro verde sulla base di pomodoro rosso e la mozzarella bianca per simulare i colori della bandiera italiana.

A livello globale, oltre 3.100 persone sono morte a causa del coronavirus e oltre 90.000 sono state contagiate.
In Francia ci sono ora 204 casi confermati e quattro persone sono morte.
L’Italia è la più colpita in Europa, con 52 morti e oltre 2.000 persone infette.
“Ecco la nuova pizza italiana, che si diffonderà in tutto il mondo”, afferma la pubblicità falsa.
Paesi dalla Gran Bretagna alla Cina e alla Francia hanno riportato casi di persone che hanno portato il virus  dall’Italia.
“Prendere in giro gli italiani in quel modo, con l’emergenza del Coronavirus che stiamo affrontando, è profondamente irrispettoso”, ha detto Di Maio, aggiungendo che aveva ordinato all’ambasciata italiana a Parigi di esprimere il disappunto di Roma.
Ha insistito sul fatto che i media erano “moralmente obbligati” a non diffondere disinformazione, dicendo che l’economia italiana stava pagando un prezzo pesante.
Il settore turistico in Italia è stato particolarmente colpito, con molte compagnie aeree che tagliano o riducono i voli verso nord, dove si concentra l’epidemia, e gli hotel segnalano cancellazioni diffuse mentre monumenti e musei rimangono stranamente vuoti.
Teresa Bellanova, ministro dell’agricoltura italiano, ha definito il video “vergognoso e orribile”.
“Questa non è satira, è un insulto a un’intera nazione”, ha detto, chiedendo immediatamente a Canal + di scusarsi.
“Come hanno ripetutamente affermato le autorità europee e internazionali, non viene trasmesso attraverso il cibo”, ha affermato.




Ciononostante, Di Maio ha affermato che paesi non specificati “hanno chiesto un’etichetta” priva di virus “sui prodotti italiani”, il che è assurdo.
Lo scherzo francese ha anche colpito l’associazione degli agricoltori italiani Coldiretti.
Definito “una pugnalata alle spalle” per l’industria del Made in Italy, per un valore di circa 5 miliardi di euro in esportazioni verso la Francia, il secondo mercato più grande dopo la Germania.
Lo spot della pizza era un “attacco meschino e strumentale” a un concorrente del mercato.
I due paesi competono storicamente su vino, formaggio e spumanti, con il Prosecco che fa conocorrenza allo Champagne.
I vicini transalpini hanno da tempo relazioni conflittuali.
L’ultima volta che le due parti si sono scambiati veri e propri insulti è stato sotto il governo italiano con lega e Movimento 5 stelle, quando il dialogo politico e diplomatico si è effettivamente fermato. Ma Di Maio ha optato martedì per la conciliazione, invitando i produttori del video “a venire a mangiare la pizza in Italia, una pizza come non hanno mai mangiato in vita loro”.

FONTE: thelocal.fr
IMMAGINE: Photo by Tiziana FABI / AFP

Leave A Comment

Your email address will not be published.