Article Marketing

article marketing & press release

Rimini città d’arte

Rimini, famosa come località turistica estiva, è nota per le strutture balneari e per i locali e la vita notturna. Non tutti conoscono l’altra faccia di Rimini, la città ricca di monumenti ed attrazioni culturali che, insieme alla vicinanza con Ravenna, la rendono molto appetibile anche d’inverno. Rimini e dintorni costituiscono una meta turistica per chi voglia passare qualche giorno di relax, godendosi in tranquillità le bellezze artistiche appartenenti a varie epoche storiche.
Di particolare interesse, fra i tesori che la città può vantare, le costruzioni di epoca romana.
L’Arco Trionfale di Augusto, costruito nel 27 a.C. in onore di Cesare Ottaviano Augusto è il più antico arco romano rimasto e sorge nel punto d’incontro tra la via Flaminia (che collegava Rimini a Roma) e la Via Emilia.
Per molto tempo si è creduto che l’Arco d’Augusto fosse in origine “un arco trionfale” come quelli di Tito e di Costantino in Roma. I lavori avvenuti nel 1937-39 rivelarono invece che l’Arco fu concepito come una porta urbana, legata sui due fianchi con le mura della città e protetta sulla fronte da due torri a pianta quadrilatera, di cui restano le fondazioni assieme al altre poligonali di epoca più tarda.
Opera di grande pregio architettonico, la peculiarità di questo arco è che il fornice era troppo grande per ospitare una porta, almeno per quei tempi. La spiegazione è dovuta al fatto che la politica dell’Imperatore Augusto, volta alla pace, la cosiddetta Pax Augustea, rendeva inutile una porta civica che si potesse chiudere, non essendovi il pericolo di essere attaccati.
L’Anfiteatro romano è del II secolo dopo Cristo, il solo dell’Emilia parzialmente superstite, e sorgeva isolato sul lido marino e in vicinanza del fiume Ausa. Utilizzato principalmente per gli spettacoli dei gladiatori, già nel tardo impero l’anfiteatro fu incorporato nelle mura che venivano erette per proteggere la città dalle invasioni dei barbari e assunse una funzione militare di struttura adattata a forte. Oggi l’anfiteatro ospita manifestazioni, spettacoli ed eventi e sono possibili sia visite libere che guidate.
Il Ponte di Tiberio è uno dei monumenti più antichi e belli della città di Rimini. La sua costruzione iniziò nel 14 d.C. sotto il regno di Augusto e fu portata a termine nel 21 d.C., sotto il regno di Tiberio. Presente nello stemma della città, è costruito in pietra d’Istria come l’Arco, da cui riprende lo stile sobrio e allo stesso tempo armonico e rappresenta una importantissima tesimonianza della sapienza tecnica dei Romani.
A queste importanti opere si aggiungono il Tempio Malatestiano con il Crocifisso di Giotto, la Rocca Malatestiana, la Domus del Chirurgo e tutta la serie di musei – non da ultimo, il Museo della Fondazione Federico Fellini, dedicato alla vita del regista riminese – che fanno di Rimini e dintorni una zona ricca di arte e di cultura tutta da scoprire.

Leave A Comment

Your email address will not be published.