Article Marketing

article marketing & press release

Email marketing: questione di feedback

Mario è quell’identità misteriosa che lavora nel settore marketing dell’azienda. È quel volto che si cela dietro un logo o un marchio importante. Mario quasi si identifica in quel logo. C’è sempre almeno un Mario in ogni società. Ha un aspetto cordiale, modi gentili, un abito elegante, una voce simpatica e squillante, un sorriso accennato e lo sguardo sagace di chi scruta nel profondo la realtà. Ogni tanto compare la firma di Mario, di tanto in tanto un’intervista, raramente una sua foto. Non si sa esattamente chi sia: è semplicemente Mario.

 

Mario nuota in un mare di carte. La sua scrivania vive di un caotico ordine, segno di una mente creativa capace di trovare ispirazione nel mondo circostante. Mario è fiducioso nella sua grande memoria che gli consente di ritrovare, all’occorrenza, cose o persone. La grande lavagna, posata sul muro, racconta infiniti pensieri, traduce idee, esprime concetti in movimento. Fra schizzi, fogli sparsi, e appunti, spiccano numerosi bigliettini da visita da utilizzare alla giusta occasione. Molti bigliettini non verranno mai adoperati, Mario ne è consapevole, ma non è bene gettare i tanti contatti raccolti in fiere, convegni o forum.

Mario ha un socio importante: un telefono che spegne raramente. Lo porta sempre con sé. Lo squillo del telefono in lontananza preannuncia l’arrivo di Mario. È un apparecchio dotato di tutte le funzionalità: Mario le sfrutta al meglio per essere sempre presente, puntuale e operativo anche nel luogo o nel momento più intimo o stravagante.

Lo strumento preferito di Mario è il computer: il più potente mezzo di comunicazione che gli consente di conoscere il mondo, di far apprezzare la propria attività, di promuovere il logo che rappresenta. Nella casella di posta Mario riceve infinite email, una serie indefinita di newsletter a cui si è iscritto per cogliere le ultime informazioni o i nuovi prodotti del mercato. Non ha tanto tempo per le ricerche su internet: le informazioni devono giungergli sintetiche, puntuali e precise, al momento desiderato.

Mario dovrebbe essere l’oggetto delle attenzioni di chi si adopera nel campo dell’email marketing. Dietro ogni marchio lavora un insieme di persone con diversa sensibilità di cui non sempre è semplice catturare l’attenzione. Un email marketing efficace ha il compito di oltrepassare la soglia dell’apatia per convincere, con immagini e contenuti i destinatari delle comunicazioni.

Il gradimento della comunicazione sarà presto evidenziato dal comportamento di Mario. Se Mario è interessato ai contenuti visualizzerà più volte i link inseriti. L’atteggiamento di Mario nel ricevere la newsletter, per il mittente, costituirà il feedback. Il feedback è la capacità di modificare un’operazione in base agli stessi esiti che l’operazione ha portato in un primo momento: è utile per fornire maggiori input ad un’azione iniziale. L’analisi del feedback porterà alla realizzazione di campagne di email marketing non generiche, ma realmente indirizzate ai desideri dei destinatari. Il feedback dei destinatari indirizza il mittente a comprendere eventuali errori di comunicazione presenti nella newsletter e ad identificare quali approcci utilizzare in un secondo momento.

Il destinatario, attraverso l’atteggiamento del mittente, modificato attraverso il feedback, dovrebbe avere la percezione di qualcuno che è in grado di portare risposte a bisogni concreti in un rapporto reale e umano e non solo virtuale. Negli scambi commerciali si instaurano fattive relazioni. Mario non è solo il portavoce di una società, l’esponente di un marchio o la personificazione di un logo: è una persona in carne ed ossa che deve essere ascoltata e capita.

Leave A Comment

Your email address will not be published.