Article Marketing

article marketing & press release

Usare le medie mobili: spiegazione ed approfondimenti direttamente dalla redazione di iLoveTrading

MEDIE MOBILI

Uno degli strumenti migliori per tentare di prevedere l’andamento del trend e valutare così in che maniera poterci muovere sul mercato è senza dubbio quello delle medie mobili, che sono uno strumento assolutamente semplice ma allo stesso tempo completo ed efficace.

Le medie mobili rientrano all’interno di quella serie di indicatori che studiano il trend e il suo andamento dopo che questo si è verificato. Per questo motivo ci forniscono delle indicazioni che ovviamente dovremo andare ad interpretare.

Possiamo definire le medie mobili come la somma di un certo quantitativo di prezzi diviso il numero dei prezzi stessi. Essendo una media mobile, è possibile calcolarla ogni giorno per valutare l’andamento del trend, togliendo il prezzo più vecchio in ordine di tempo ed inserendo il prezzo appena entrato.

Le medie mobili sono distinguibili in quattro diversi gruppi. Così, possiamo parlare di media mobile semplice, di media mobile ponderata, di media mobile esponenziale e di media mobile adattiva.

La prima media, quella semplice, altro non è che un semplice calcolo aritmetico dei prezzi. Si ottiene sommando i prezzi per determinati periodi di tempo e dividendo tale somma per il numero di periodi presi in considerazione. Nella pratica del trading questa media mobile viene spesso criticata per il motivo che assegna ad ogni prezzo lo stesso valore in termini di peso per il calcolo della media stessa.

Per tentare di ovviare a questo problema è stata studiata la media mobile ponderata, nella quale gli ultimi valori hanno più importanza rispetto ai primi. Ad esempio, se prendiamo a riferimento 10 periodi, il prezzo di 10 giorni fa viene moltiplicato per uno, quello di 9 giorni fa viene moltiplicato per 2 e così via, fino a moltiplicare quello di ieri per 10. Il lato negativo di questa media mobile è che non ci fornisce, in maniera istantanea, un’idea di quello che sta accadendo al trend.

 

USARE LE MEDIE MOBILI

Sicuramente una delle strategie più efficaci legate al concetto di media mobile è quello del confronto tra due diverse medie mobili. I parametri che caratterizzano una media mobile sono principalmente il numero di periodi, i prezzi considerati (se di apertura, di chiusura o una media degli stessi), il tipo di media e lo scostamento.

Se due medie mobili hanno delle caratteristiche diverse, allora vanno a creare delle linee dal diverso andamento, che possono incrociarsi e dare vita a delle indicazioni sull’andamento del mercato. Solitamente i punti più importanti a livello operativo sono gli incroci di due diverse medie mobili.

Per confrontare due medie mobili occorre come prima cosa che una delle due debba essere più veloce rispetto all’altra. Tra le due, questa media mobile sarà la più vicina ai prezzi ed indicherà un trend di breve periodo, menter la media mobile più lenta ci dà delle indicazioni di lungo periodo e più generali sul trend stess.

Se queste due medie sono lontane tra di loro, allora significa che il trend sta facendo un movimento più rapido nel breve periodo rispetto al lungo. Significa che il trend è in fase di accelerazione. Se invece le medie sono vicine tra di loro, allora il mercato è più calmo e si sta assestando.

In questo caso ci sono diverse interpretazioni possibili. La prima è che ci siano delle inefficienza di mercato. La seconda è che il mercato sia in attesa di qualche dato importante a livello macroeconomico, come ad esempio un discorso da parte del presidente delle banche centrali mondiali.

Dalle medie mobili è possibile pensare di attuare diverse strategie, sia di breve che di medio o lungo periodo. Solitamente l’incrocio di due medie mobili è visto come un segnale di ingresso nel mercato. La parte più difficile nell’usare le medie mobili come parte di una strategia concreta è quella di stabilire un peso ai segnali che esso ci ridà.

Leave A Comment

Your email address will not be published.