Article Marketing

article marketing & press release

Uscire dalla crisi immobiliare con i clienti internazionali

Una delle più grandi sfide per l’economia italiana è valorizzare il patrimonio turistico italiano. Se da un lato quella turistica è una delle poche industrie non delocalizzabili (o almeno, non lo sono paesaggi, località, monumenti e musei), dall’altro la globalizzazione implica che la concorrenza, pur partendo da posizioni di svantaggio, è sempre più agguerrita. Sempre di più infatti, vista la crisi interna, anche l’industri turistica italiana si deve rivolgere verso il mercato estero, anche per un dato di fatto: sono ormai i cinesi i principali generatori mondiali di reddito legato al turismo, per cui non possiamo non pensare internazionalmente quando si parla di turismo.
Ed ovviamente non sono solo i cinesi i nuovi ricchi del turismo internazionale: oltre alla Cina, anche altri paesi in via di grande sviluppo come Brasile, India e Russia stanno generando una nuova massa di potenziali turisti che sognano, almeno una volta nella vita, di visitare l’Italia, le sue città d’arte ed i paesaggi che hanno reso desiderabile il brand Italia in tutto il mondo.
In Italia una delle località turistiche con una maggiore componente internazionale, peraltro in crescita, è il Lago di Como, che è anche uno dei sistemi turistici lombardi. È proprio qui che in questi anni si sta verificando un trend interessante, specchio della realtà attuale: se le presenze turistiche di italiani sono “stagnanti” (tendenti ad un lieve calo), sono invece in continua crescita le presenze turistiche straniere. Tutto questo ha dato luogo ad una industria turistica di qualità, che ha anche importanti risvolti nel settore immobiliare: crescono infatti gli stranieri in cerca di ville e appartamenti sul Lago di Como in vendita e che sfruttano il proprio immobile sul lago come casa per le vacanze.
In merito al mercato immobiliare, infatti è proprio questo l’unico settore che ha fatto registrare una crescita nel 2012, che in Italia è stato un anno difficilissimo: tutti gli indicatori immobiliari sono stati infatti con il segno meno, eccezion fatta per gli stranieri che acquistano una seconda casa in Italia. Insomma, anche nell’ambito immobiliare, uno dei più legati al mercato interno, sono gli stranieri che hanno un interesse turistico per l’Italia a fare la differenza. L’incidenza degli stranieri ha generato quindi nuove professionalità nel settore turistico ed immobiliare ed una maggiore spinta anche delle stesse agenzie immobiliari ad internazionalizzarsi, a parlare le lingue straniere.
Alcune agenzie immobiliari stanno facendo uno sforzo molto elevato in questo senso, anche attraverso personale che parla lingue straniere e con un siti multilingua: in italiano, inglese e sempre di più anche in russo. Ed anche le stesse agenzie immobiliari si stanno attrezzando sempre di più con il web, social media compresi ed anche applicazioni mobile: sono queste insomma le nuove frontiere che tutti i settori dell’industria turistica devono sapere affrontare. Sono infatti questi mezzi relativamente “low cost”, che consentono tuttavia di raggiungere ed intercettare la domanda internazionale che c’è del brand Italia e delle bellezze e dei prodotti che offre.

Leave A Comment

Your email address will not be published.