No Banner to display

Article Marketing

article marketing & press release

Black Hat Seo. Il Seo dal cappello nero.

Capita spesso di sentirmi domandare o di leggere su forum quesiti di questo tipo: ” Perché il mio sito web che sin da subito aveva un ottimo piazzamento su Google adesso non è più elencato? – Mi era stato promesso un sito web in prima pagina ed invece non riesco più a trovarlo! Aiuto! – Ho pagato un sacco di soldi per avere un sito web immediatamente in prima pagina e oggi sparito da Google “.

Le soluzioni a problematiche di questo tipo possono essere diverse, ma oggi vorrei focalizzare la mia l’attenzione e quella di voi lettori sul concetto di “Black Hat Seo” con l’intento e la speranza che queste informazioni possano essere utili e da “vaccino” a potenziali utenti della rete che potrebbero trovarsi in situazioni analoghe a quelle descritte più avanti.

Il Black Hat Seo che letteralmente ha il significato di “ seo dal cappello nero” raggruppa tutte quelle strategie ed attività Seo che vanno nella direzione opposta ai regolamenti dei motori di ricerca come Google, Yahoo o Bing, con l’obbiettivo di riuscire ad ottenere alti posizionamenti (prime pagine dei motori di ricerca) in maniera rapida ma illecita.

  • Keyword Stuffing;
  • Doorway e Cloaked Pages;
  • Blog Comment Spam;
  • Link Farming;
  • Hidden Text e Links;

Queste sono le tecniche che vengono spesso utilizzate dai seo imbroglioni, che per raggirare i propri clienti promettono loro la pubblicazione di siti web nella prima pagina dei motori di ricerca in tempi brevissimi, facendo così rischiare forti penalizzazioni o addirittura il ban.

Altri seo invece utilizzano questa tecnica per pubblicizzare le proprie agenzie fittizzie facendo uso di siti terzi, mi viene subito in mente il caso di un utente di article-.eu che fece la propria registrazione con il solo fine di fare un utilizzo delle tecniche seo sopra citate mettendo a rischio lo stesso article-.eu.

Infatti un seo che sceglie di fare questa tipologia di strategia, può anche essere dannoso per le terze parti che non si accorgono in tempo che il proprio sito web viene utilizzato contro ogni regolamento per tecniche illecite, con il risultato di ricevere penalizzazioni del proprio sito web inaspettate e che se ripetute a lungo termine possono provocare anche il ban.

Per un motore di ricerca è difficile capire quando queste tecniche vengono applicate anche se si sta lavorando molto in questa direzione attraverso degli algortimi specifici che vengono aggiornati giornalmente per limitare la crescita di questa strategia di web .
Quindi consiglio di fare molta attenzione a questa potente attività di PENALIZZAZIONE!

Questo articolo è per voi seo, qualora vi ritroviate di fronte a siti web che utilizzano queste strategie, denunciate il Black Hat Seo

! Per voi utenti che volete migliorare il posizionamento del vostro sito web, non andate alla ricerca di seo che promettono soluzioni immediate!
Con la speranza che questo articolo possa essere stato di aiuto a molti utenti della rete, vi mando i miei più siceri saluti.

Al prossimo articolo Seo

Aurelio Rapisarda.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Article Marketing