Article Marketing

article marketing & press release

I principi di base del web design

Dal mattone al bit

Se pensiamo per un attimo che un sito web è come una casa, diventa semplice capire perché è importante prima di tutto il progetto che ne sta alla base: un’abitazione deve rispondere normalmente a requisiti precisi, come la solidità delle fondamenta, la robustezza ed elasticità della struttura, la bontà del tetto, l’isolamento termico delle pareti, oltre ad essere correttamente esposta rispetto al nord. La buona riuscita di una tale costruzione nasce dal progetto di un architetto, che attraverso un direttore di cantiere e un’impresa di costruzioni, è in grado di realizzare la futura abitazione del cliente.
La realtà è però spesso ben diversa: gli errori di progetto non vengono identificati subito e diventano difetti di costruzione, a danno di chi abita la casa. Analogamente, se un web designer commette errori in fase di progetto, e questi vengono implementati nelle pagine web, il “cliente”, ovvero il fruitore del sito, ne subirà le conseguenze durante la navigazione dello stesso. Per evitare che ciò accada è quindi necessario fare un’attenta riflessione sull’organizzazione vera e propria del sito, prima ancora che sul suo aspetto visivo. In quest’ottica, il primo elemento importante è il canale: una sezione specifica del sito, che può ospitare altri canali secondari, coerenti con il tema del canale principale. L’organizzazione dei canali è una cosa fondamentale; se si impostano in maniera errata, tutto il sito rischia di diventare poco fruibile, anche se il suo aspetto visivo è ben fatto: ricadiamo nuovamente nella rosa di siti descritti all’inizio di questo articolo.

La bozza di struttura

Per prima cosa, si deve realizzare una bozza dell’architettura di navigazione: carta e penna vanno più che bene, ma se vogliamo partire con il piede giusto, un programma di design come Freehand MX è molto più adatto: grazie ai suoi strumenti di disegno può essere molto utile nella preparazione di uno schema della navigazione. Si crea una struttura ad albero partendo da un rettangolo che rappresenta la homepage; da qui si fanno discendere i canali principali, e sotto questi i canali secondari, avendo cura di collegare attentamente tra loro tutti gli elementi. In questo modo si ha una visione immediata della struttura del sito e dei suoi contenuti, inoltre lo schema realizzato è subito utiizzabile per illustrare al nostro cliente come si intende procedere.

Continua a leggere l’articolo 

Leave A Comment

Your email address will not be published.