Article Marketing

article marketing & press release

Magie Nascoste Della Campania: L’Alta Valle Del Sele Nella Regione Più Affascinante D’Italia Denominata Dagli Antichi Romani Campania Felix

La caratteristica storica, naturale ed archeologica dell’ Alta Valle del Sele, costituisce la base ideale per un turismo capace di dare tranquillità a chi vuole trovare nella natura, in una tranquilla atmosfera, i valori del proprio essere.

Il fiume Sele ha origine a Caposele e, dopo 64 km, sfocia nel golfo di Salerno, vicino a Paestum. Le sue acque costituiscono una fonte di vita e, grazie alle loro straordinarie caratteristiche, raccolte nella zona di Contursi Terme, hanno fatto sì che il Sele è sempre stato considerato un fenomeno naturale fin dai tempi di Virgilio, che lo ha citato nella sua opera. Gli antichi credevano che le sue acque avessero il potere di pietrificare tutto ciò che vi cadeva dentro, dando così la loro interpretazione del fenomeno di sedimentazione naturale, dovuta alle sorgenti termali,che si verifica ancora oggi. Il fiume Sele è ancora uno dei più belli e meno inquinati fiumi d’ Italia e la valle che attraversa, è l’habitat ideale della lontra e di uccelli che ora si possono trovare solo in questi luoghi.

Questo territorio è in una posizione strategica tra Salerno , Avellino e Potenza e tra i mari Adriatico e Tirreno. Gli amanti della natura possono trovare splendidi paesaggi e itinerari. Andare in questi luoghi, significa fare un viaggio nel passato, fuori dai percorsi battuti, per scoprire la natura, le antiche tradizioni e gli ottimi prodotti alimentari: formaggi, legumi, carne, salumi, olio d’oliva, vino, miele. Si possono osservare splendidi campi verdi, pianure e montagne e visitare borghi come Valva, Colliano e Quaglietta. Valva si trova alle pendici del monte Marzano. Essa domina la zona della Valle del Sele circondata dai Monti Picentini. La parte antica del paese è molto bella ed era stata costruita in epoca romana come fortezza per difendere gli abitanti dalle invasioni saracene. Incantevole Villa d’Ayala con il castello, di origine medievale, ed il sontuoso parco di 17 ettari visitabile. Furono ristrutturati nel XVIII secolo come luogo di villeggiatura per il marchese d’Ayala. Il parco è realizzato con “giardini all’italiana” e meravigliosi boschi, decorati con statue e fontane. Le sculture ritraggono miti e allegorie: Diana, Primavera, Estate, Hercules, la pittura, ecc. Vi è anche un teatro all’aperto con statue tutte intorno.

Colliano, arroccata su di una roccia del Monte Marzano, è in una posizione suggestiva . Essa domina la Valle del Sele ed è circondata da una meravigliosa natura. Il territorio è ricco di parchi e prati, con oasi protette. Uno dei prodotti più importanti del luogo è il tartufo nero. Nel mese di Ottobre vi è una mostra- mercato interessante dedicata al tartufo. Graziosi i vicoli e la Chiesa Madre.

 Quaglietta è un grazioso e suggestivo borgo medievale, in stile toscano, recentemente ristrutturato. Ha una splendida veduta della valle.

 L’attività nel sottosuolo ha dato luogo alla zona vulcanica termale di Contursi Terme, famosa per le cure di zolfo e i trattamenti SPA.

 Un tour di 6/7giorni trascorsi in questi luoghi, darà al viaggiatore la possibilità di godere di posti e paesaggi senza lo stress dell’ orologio, per scoprire i piccoli tesori di questa splendida terra.

Leave A Comment

Your email address will not be published.