Article Marketing

article marketing & press release

Hotel in Sardegna per gli amanti della natura tra mare e montagna

Grazie alla posizione strategica in cui è situata la struttura del Rifugio d’Ogliastra, è possibile svolgere varie attività ricreative e culturali per una vacanza interessante e fuori dal comune. Alla distanza di un chilometro si trovano le rinomate aree d’arrampicata sportiva (free climbing) con piste di diverse difficoltà adatte sia ai più bravi ma anche a chi si vuole avvicinare a questo sport,tracciate dai migliori arrampicatori del momento. A 4 km. ci sono le famose grotte “Su Marmuri” d’Ulassai visitabili da aprile ad ottobre, considerate oltre che le più belle, le più imponenti d’Europa. A 20 km. ci sono le incantevoli spiagge della Marina di Gairo e di Cardedu. Non molto lontano si trovano altre località belle e famose come: Arbatax, Santa Maria Navarrese,dove dai loro porti si possono effettuare escursioni in barca che portano nelle varie cale e spiagge della costa orientale della Sardegna (Cala Goloritze, Cala Luna, Cala Gonone, ecc.) Risalendo dalle zone marine si possono visitare le cantine più rinomate per la produzione del vino Canonau. Da non dimenticare che durante determinate date si svolgono le caratteristiche feste paesane legate alle Sagre del vino, festa del Novello, Calici di Stelle, tutte feste che appartengono alle città incluse nella mappa “le strade del vino”. Non ultima la festa campestre che si svolge a giugno nel santuario di Sant’Antonio, situato a 100 metri dal nostro Rifugio d’Ogliastra. Il trekking è una marcia in più visto che oltre a scoprire le bellezze della natura, gli angoli più segreti dei monti ,si possono trovare lungo i percorsi anche gli ovili dove ancora si produce il formaggio e i suoi derivati con i metodi tramandati dai nostri antenati. Raggiungendo i paesi fantasma vicini (Osini e Gairo Vecchio) farete un salto indietro nel tempo ritrovando le abitazioni abbandonate durante l’alluvione del 1952 in un ottimo stato di conservazione. Dall’altro Gairo (Tacquisara) c’è la pittoresca stazione ferroviaria da dove nei mesi estivi parte il Trenino Verde (antico treno a vapore) che percorre un itinerario panoramico nell’interno della Sardegna. Nella vicina ulassai potete visitare il museo di arte moderna denominato " Stazione dell’arte" dedicato a Maria Lai, che di Ulassai ne è cittadina. Se vi in’oltrate nel paese potete trovare degli angoli suggestivi dove ultimamente hanno ambientato le "location" di film realizzati in Sardegna dei regisrti Salvatore Mereu con "Sonetaula" e Simone Contu con " Sa Regula". Quindi avete solo l’imbarazzo della scelta per organizzarvi il vostro tempo libero. La parte enogastronomica la fa da padrone, con i prodotti tipici della nostra zona e naturalmente il vino. I culurgionis sono l’orgoglio di Jerzu, un raviolo con ripieno di patate, formaggio,olio extra vergine d’oliva aglio aromi come la menta il tutto racchiuso in una pasta sfoglia e sapientemente chiuso a mano che alla fine prende la forma di una spiga di grano. Gli arrosti di porchetto e capra, poi di quest’ultima c’è un ritorno alla valorizzazione dei suoi derivati grazie alle proprietà contenute nel suo latte. www.rifugiodogliastra.net

Leave A Comment

Your email address will not be published.