Article Marketing

article marketing & press release

Acquisto casa Sardegna, l’affare del momento

Anche in tempo di crisi la Sardegna è un affare. L’acquisto casa Sardgna anche in tempo di crisi non ha conosciuto cali perchè con la "Legge Salva Coste" non si potrà più costruire a 2 metri dalla spiaggia. Il risultato? Basta speculazione edilizia e via alla caccia alle abitazioni già costruite vicino al mare che nei prossimi mesi non potranno che aumentare il loro valore.

La Sardegna è una meta sempre più esclusiva e sarà sempre più difficile comptere con miliardari di mezzo mondo che vorranno accaparrarsi le poche abitazioni affacciate agli slendidi colori delle acque sarde.

La vendita case Sardegna è oggi, in tempo di crisi già un affare e, sperando in una ripresa economica al più presto vicina, lo sarà sempre di più!

Il consiglio però è quello di affidarsi ad agenzie che conoscono bene il territorio per farci proporre soluzioni abitative più competitive. Se è vero che non si potrà più costruire vicino al mare è anche vero che già adesso la Sardegna è stata molto attaccata da chi pensava di fare delle sue coste qualcosa tipo principato di Monaco…Allora attenzione alle finte occasioni o alle costruzioni abusive.

La Sardegna è un paradiso naturlae come pochi e le abitazioni dovranno sempre di più rispondere agli alti standard di edilizia eco-sostenibile che si sta affermando nel nostro paese (anche se in ritardo).

Ora un elenco delle località di Mare più esclusive della bella isola italiana:

Alghero e la Riviera del Corallo, Castelsardo, la Costa Smeralda, Dorgali, La Maddalena, Loiri Porto San Paolo, Olbia, Orosei, Palau, Porto Cervo, Porto Rotondo, Porto Torres, Pula, Chia, San Teodoro, Santa Teresa, Siniscola, Stintino, Villasimius.

Feste popolari:
Sant’Efisio a Cagliari, la Sagra del Redentore a Nuoro, S’Ardia a Sedilo, la Cavalcata sarda e la Faradda a Sassari, Sa Sartiglia a Oristano, San Gavino a Porto Torres, San Michele ad Alghero e San Simplicio a Olbia.

Città e numero di abitanti:

Cagliari (157.415 ab.) è al centro di un’area urbana di 500.000 abitanti, i cui principali centri sono Quartu Sant’Elena (71.200 ab.), Selargius (29.000 ab.), Assemini (26.500 ab.), Capoterra (23.500 ab.), Monserrato (20.800 ab.), Sestu (19.100 ab.) e Quartucciu (12.400 ab.), Sassari (130.248 ab.) ha un’area urbana che si espande soprattutto verso il golfo dell’Asinara, e include i centri di Porto Torres (22.200 ab.) e Sorso (14.700 ab.), per un totale di 275.000 abitanti circa.
Olbia (53.581 ab.), Alghero (40.915 ab.), Nuoro (36.413 ab.), Oristano (32.500 ab.), Carbonia (30.000 ab.), Iglesias (27.600 ab.), Villacidro (14.500 ab.), Tempio Pausania (14.200 ab.), Arzachena (12.800 ab.), Guspini (12.500 ab.), Sant’Antioco (11.700 ab.), La Maddalena (11.700 ab.), Siniscola (11.400 ab.), Ozieri (11.000 ab.), Macomer (10.730 ab.), Tortolì (10.600 ab.) e Terralba (10.400 ab.). Tra i centri minori con meno di 10.000 abitanti sono inclusi anche due capoluoghi di provincia: Sanluri (8.500 ab.) e Lanusei (5.700 ab.).

Leave A Comment

Your email address will not be published.