Article Marketing

article marketing & press release

Vetro e Luce. Quando l’architettura è arte

Un edificio dai profili irregolari, sfaccettati, realizzato completamente in vetro. Un’architettura che dialoga con la luce del giorno e che, quando scende la sera, diventa simbolo dello skyline cittadino. Siamo a Reykjavik, in Islanda. Questa architettura trasparente è una sala concerti e un centro conferenze. Harpa, è il nome dell’edificio, è stata progettata nel 2011 dallo studio Henning Larsen Architects e dall’artista Olafur Eliasson. Torna oggi a far parlare di sé perché ha vinto uno dei più prestigiosi premi d’architettura, il Mies van der Rohe Award 2013. Wiel Arets, architetto olandese e presidente della giuria, ha dichiarato: “Harpa ha catturato il mito di una nazione, l’Islanda, che ha accolto con gioia questa costruzione ibrida-culturale. L’exterior trasparente e poroso appare come un gioco sempre diverso di colori“. L’architettura dialoga con la città, quasi a creare una linea continua tra lo spazio esterno e il foyer, dove domina ancora il vetro. L’illuminazione naturale penetra dalle grandi vetrate e viene diffusa negli ambienti interni, dando vita a riflessi e geometria continue. Il progetto illuminotecnico è stato realizzato con apparecchi di ultima generazione per una luce funzionale e non invadente. “Harpa affaccia sul centro di Reykjavik. Di notte, gli ospiti possono godere di una vista emozionante sulla città illuminata, ma anche vedere la magia e la bellezza del porto. Seen from the city at night, Harpa stands out as a dynamic play of light and shadow.” Vista dalla città, Harpa si distingue per il movimento dinamico di luci e ombre” spiegano gli architetti. “We are immensely proud of the jury having selected Harpa as winner of the Mies van der Rohe Award 2013.”Harpa aveva grandi ambizioni architettoniche e artistiche fin dall’inizioThe vision was to create something unique, and Iceland had the courage to maintain the high quality level.”, dice Mette Kynne Frandsen, CEO di Henning Larsen Architects. “The entire process has been characterised by a close collaboration where everyone has been open to thinking out of the box and adopting new collaboration forms, in terms of artistic as well as technical and economic solutions.””Il lavoro è frutto di una stretta e intensa collaborazione, dove ognuno di noi è stato invitato a pensare al di là degli schemi per realizzare un progetto unico“. Luce e trasparenza sono elementi chiave dell’edificio. The façades are the result of a unique collaboration between Studio Olafur Eliasson and Henning Larsen Architects. La facciata a sud è costituita da più di 1.000 moduli tridimensionali di vetro e acciaio che Olafur Eliasson chiama “quasi mattoni”. The remaining façades are made of sectional representations of these three-dimensional structures. A seconda del tempo e l’ora del giorno, il gioco di riflessi e la trasparenza delle facciate rende esplicita l’influenza della luce naturale sulla nostra percezione della costruzione. Olafur Eliasson says: “Harpa stands out as a very special project to me.Olafur Eliasson dichiara: “Harpa si distingue come un progetto molto speciale per me. Il risultato è unico, My studio and I were involved in close collaboration with Henning Larsen Architects already at an early design stage, which led to a merger of architecture and art into a unique result.ÉIl risultatofrutto di una fusione tra architettura e arte. Harpa è un’opera d’arte”. The Mies van der Rohe Award is presented by the Fundació Mies van der Rohe and the European Commission.Il premio Mies van der Rohe è organizzato dalla Fundació Mies van der Rohe e dalla Commissione europea. It was first launched in 1987 and is funded by the EU’s Culture Programme in collaboration with the Fundació Mies van der Rohe.Viene assegnato ogni due anni e premia i progetti innovativi e di alta qualità estetica. A total of 335 works of architecture from 37 European countries were nominated for the 2013 award.The official award ceremony will take place on 7 June in the Mies van der Rohe Pavilion in Barcelona, Spain.La cerimonia ufficiale di premiazione si terrà il 7 giugno a Barcellona. Continua a leggere su Archilight.it

Archilight.it è il web magazine, in italiano e in inglese, dedicato alla luce e i suoi molteplici usi, ideato da Newton ec e dedicato ad architetti, progettisti, artisti; a tutti coloro che operano nei campi dell’illuminazione, del design, dell’architettura, della sostenibilità, dell’arte.

Leave A Comment

Your email address will not be published.