Article Marketing

article marketing & press release

MicroIrrigazione e Filtrazione: uniti per sempre

Non è
mica facile dimensionare correttamente una batteria filtrante!

Se qualcuno
dice il contrario sta barando oppure dimostra un po’ di
incoscienza.

Il
dimensionamento di una batteria filtrante è quanto di piu’ delicato
possa capitare!

Prova a pensare alla responsabilità
che grava sulla filtrazione….prova a pensare a ciò che hai speso per
l’acquisto dell’ala gocciolante….adesso pensa al valore delle colture
che stai irrigando….allora?

La Filtrazione è talmente
importante, e delicata di conseguenza, da risultare irrisorio il
paragone con quanto potresti perdere in termini di valore se la batteria
filtrante utilizzata si dimostrasse inefficiente e sottodimensionata
!

Capire la logica che regola
la scelta ed il dimensionamento di una batteria filtrante è molto
importante ed ora ti dirò come farei io.

Poniamo
il caso di dover progettare il sistema di filtrazione ideale per
l’irrigazione di un frutteto di pero pescando acqua da un canale a cielo
aperto con presenza mediamente elevata di alghe e limo (il livello è
basso e non supera 1 metro di profondità) ed una portata di settore
irriguo pari a 40 mc/h (equivalenti a 3,0 ha circa)

Scelta dei filtri o,
meglio, della combinazione di filtri

Essendo acqua di superficie
con cariche elevate di alghe ed anche di limo e sabbia/terra (peschiamo
quasi sul fondo, in un canale profondo non piu’ di 100 cm) opterei
per una combinazione di filtri a graniglia e idrociclone ed un filtro a
rete di sicurezza
in uscita alla batteria filtrante.

  • Scelta dell’Idrociclone

Il filtro
Idrociclone è un filtro che può efficacemente alleggerire il carico di
limo/sabbia/terra che affluisce ai filtri a graniglia purchè sia
adeguatamente “sottodimensionato”
.

Infatti tanto piu’ veloce
girerà l’acqua all’interno del filtro tanto piu’ la capacità di
separazione sarà elevata.

Guardando attentamente i grafici Portata/Perdita
di carico degli Idrocicloni vedo che un modello 3″ (dn80) alla
portata di 40 mc/h perde circa 0,7 atmosfere
e ritengo che sia
adeguato per la separazione di parte del limo presente.

  • Scelta del filtro a
    graniglia

Sarebbe meglio dire “scelta dei
filtri a graniglia” in quanto opterò per una batteria costituita da due
filtri in modo che, durante il lavaggio, l’irrigazione non venga
interrotta e la capacità di filtrazione cada del 50% e non del 100%
(l’ideale sarebbe tre filtri in modo che la caduta di capacità filtrante
sia limitata al 33%).

I graniglia, detti anche filtri a sabbia,
devono essere sovradimensionati in modo deciso affinchè l’acqua
attraversi il letto filtrante a bassa velocità in modo che alghe ed
altre impurità possano essere bloccate.

Il grafico a dx riporta tre
diversi livelli di portate per lo stesso filtro: Minima – Media –
Massima

Ad
esempio per un filtro diametro 600 mm abbiamo: 14 mc/h – 20 mc/h – 28
mc/h.

Portata Minima – Media –
Massima rappresentano valori consigliati, per quel modello, in base a
tre differenti livelli di impurità contenuti nell’acqua da filtrare e
sono ricavati secondo una formula semplice quanto efficace:

  • Portata Minima per
    Acqua con tenore in impurità Molto Elevato = 50-60 mc/h per mq di
    superficie filtrante
  • Portata Media
    per Acqua con tenore di impurità Medio/Elevato = 75-80 mc/h per mq di
    superficie filtrante
  • Portata Massima
    per Acqua con tenore di impurità Basso = Da non considerare

Visto che il
filtro in questione ha una superficie pari a 282 cmq allora la portata
sarà eguale a 14 mc/h con acque molto sporche e 21 mc/h per acque
mediamente sporche.

Dal momento che il tenore di impurità
dell’acqua nel nostro esempio è Medio allora utilizzerò due filtri
graniglia diam. 600 (nel caso in cui optassi per una batteria a 3
elementi allora la scelta ricadrebbe su tre filtri diam. 500).

E’ chiaro che se l’acqua
avesse un tenore di impurità Molto Elevato allora dovrei optare per due
filtri diam. 750 (21 mc/h di portata minima x 2 = 42 mc).

  • Scelta del filtro di
    sicurezza

La scelta del
filtro di sicurezza va fatta tenendo conto della funzione che tale
filtro andrà a svolgere ovvero “La Sicurezza”.

Questo elemento filtrante
viene applicato prevalentemente per evitare che, in caso di rottura di
uno o piu’ “funghetti” diffusori del filtro a sabbia, la graniglia non
finisca in impianto provocando rotture, intasamenti etc.

Ne deriva che la funzione di
Filtrazione passa in secondo piano.

Per questo motivo si adottano spesso elementi
filtranti con 50-80 mesh e quindi inferiori ai 120-150 mesh (graniglia
1,2-1,8mm o 0,8-1,2 mm rispettivamente) dei filtri principali.

Importante sarà verificare
ogni quanto il filtro di sicurezza si intaserà; se questo dovesse
accadere spesso allorà si dovrà procedere ad abbassare la velocità
dell’acqua il che significa diminuire la portata del settore oppure ad
aumentare la superficie filtrante.

Leave A Comment

Your email address will not be published.