Article Marketing

article marketing & press release

Come ricercare un’impresa di pulizie

Quando ci si mette alla ricerca di un’impresa di pulizie non si ha idea dei servizi che oggigiorno queste ditte mettono a disposizione, la tecnologia utilizzata le norme da seguire per essere rispettosi dell’ambiente.
Nelle grandi città, poi, c’è concorrenza e necessità di specializzarsi per distinguersi dagli altri. Per esempio, un’impresa di pulizie a Roma (www.lily-pulizie.it) deve perfezionarsi in servizi condominiali, banche, uffici pubblici e privati; ma anche saper svolgere pulizie straordinarie, sgrosso, pulizie da cantiere, vetrine di negozi. Al di là delle pulizie vere e proprie, le imprese spesso offrono anche servizi di trattamento delle superfici delle palestre (tatami, linoleum), disinfestazioni e derattizzazioni, disinfezioni, cerature e lucidature di parquet, marmi, PVC, trattamenti per superfici in cotto e porfidi, moquette, tappeti e disinfezione divani, trattamenti protettivi e conservativi delle superfici, nonché fornitura di materiali igienico sanitari, installazione dei dispenser e anche giardinaggio.
Come scegliere un’impresa di pulizie
Un aspetto importante da considerare nella scelta di una buona impresa di pulizie è l’adozione dei presidi medico-chirurgici secondo normativa HACCP per ogni tipo di settore, nonché l’utilizzo di prodotti rispettosi dell’ambiente e della salute che siano di alta qualità, biodegradabili, anallergici e antiallergici, antiacaro. Anche i macchinari (lucidatrici, lavapavimenti, lavamoquette, e così via) devono essere tecnologicamente all’avanguardia e nel rispetto del risparmio energetico e dell’eco-sostenibilità. Tra questi macchinari si citano, ad esempio, quelli a iniezione-estrazione compatta con spazzola rotante in grado di pulire sia la moquette che pavimenti molto usurati dalla sporcizia. Alcuni macchinari di questo tipo sono talmente maneggevoli che permettono di operare anche in ambienti piccoli.

Servizi, prodotti, macchinari, ma quello che più conta in una ditta di pulizie è certamente il personale, qualificato, aggiornato e, soprattutto, affidabile. Quando assumete una ditta di pulizie sinceratevi che:
· il personale che sarà assegnato indossi la divisa dell’impresa ed esponga il cartellino di riconoscimento;
· il personale sia discreto e non utilizzi mezzi e materiali del cliente (telefoni, fotocopiatrici, fax…);
· l’addetto alle pulizie non introduca persone estranee;
· non fumi, mangi o si intrattenga con il personale dipendente del cliente durante le ore di lavoro e; infine
· abbia una copertura assicurativa e rispetti i termini di sicurezza previsti dalla legge 81 del 2008.
Cosa prevede le Legge 81/2008
Per corretta informazione è bene conoscere i contenuti della norma che ha riformato e armonizzato l’insieme delle normative che la precedevano in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Il decreto legge prevede un sistema di gestione della sicurezza e della salute in ambito lavorativo in modo preventivo e permanente attraverso:

  • individuazione dei fattori e cause dei rischi;
  • la riduzione del rischio, al minimo consentito;
  • il controllo costante delle misure preventive messe in atto;
  • l’elaborazione di una specifica strategia aziendale in materia riguardo l’impiego di tecnologie, l’organizzazione, le condizioni di operatività.

Il decreto definisce anche in modo esplicito le responsabilità e le figure in ambito aziendale per quanto concerne la sicurezza e la salute dei lavoratori. Nel testo del decreto sono stati aggiunti cinquantuno allegati tecnici che indicano in modo sistematico – e includono in modo organizzato – le prescrizioni tecniche di quasi tutte le norme più importanti emanate in Italia dal dopoguerra ad oggi.

Leave A Comment

Your email address will not be published.