Article Marketing

article marketing & press release

Come ottenere un prestito in maniera semplice e veloce

La crisi economica ha reso sempre più difficile, per le famiglie e le imprese italiane, richiedere un prestito. Oggi come non mai gli istituti di credito hanno reso più complesse e rigide le procedure per erogare finanziamenti privando, di fatto, molti italiani di questa possibilità.
Ma come è possibile ottenere un prestito e quali accorgimenti si possono mettere in atto per evitare che la banca rifiuti la nostra pratica? Lo staff di prestitisbp.com (www.prestitisbp.com) ha stilato una breve guida sull’argomento che potrebbe esserti davvero utile qualora avessi la necessità di ottenere un finanziamento in breve tempo.
1) Occhio all’importo: in questo particolare momento è consigliabile evitare di chiedere un importo maggiore di quello di cui realmente si necessita. Il consiglio è quello di calcolare con estrema precisione la somma di cui si ha bisogno e chiedere solo quella. In questo modo, oltre a risparmiare sul calcolo degli interessi, potremmo anche abbassare il rapporto rata reddito di cui parliamo successivamente.
2) Rapporto rata/reddito: per quanto riguarda i prestiti è consigliabile che il rapporto rata reddito sia entro il 20%. In sostanza la rata di rimborso del finanziamento non dovrebbe superare il 20% del proprio reddito effettivo mensile. Per fare questo calcolo si possono utilizzare i tanti calcolatori che si trovano su internet. Basterà inserire la somma di cui si necessita, il tasso di interesse e la durata del finanziamento.
3) Concorrenza: questo può essere un punto a favore per il cliente. Una volta otteneuto un preventivo di finanziamento da un istituto di credito è possibile sfruttarlo per, ad esempio, ottenere lo stesso trattamento o uno migliore dalla banca presso cui si ha il conto.
4) Cattivo pagatore: questo è un aspetto assolutamente da evitare. E’ molto importante che non risulti alcun insoluto (il mancato pagamento di rate di finanziamenti già in essere, il mancato pagamento di bollette, ecc.) altrimenti il rifiuto da parte della banca ad erogare il prestito è quasi certo.
Cosa fare se
Da una recente inchiesta di Altroconsumo che ha coinvolto oltre 280 filiali dei principali istituti di credito presenti sul territorio sono ermersi diversi comportamenti poco leciti.
Per prima cosa il cliente deve pretendere il Secci, ossia lo Standard european consumer credit information, un modulo standard europeo di cui il cliente ha diritto e che contiene tutte le informazioni relative al prestito.
Inoltre la banca non deve, per nessuna ragione, obbligare il cliente a sottoscrivere la polizza assicurativa che la stessa propone ma, al contrario, deve lasciarlo libero di sceglierne una per proprio conto.
Queste sono solo alcuni degli aspetti da tenere in considerazione. In ogni caso quando si pensa di essere stati oggetto di qualche comportamento scorretto da parte di un istituto di credito è consigliabile rivolgersi ad un’associazione dei consumatori. Sarà questa a consigliare il cliente sulle contromisure da prendere per tutelare i propri diritti.

Leave A Comment

Your email address will not be published.