Article Marketing

article marketing & press release

I debiti fiscali presto saranno rateizzabili in 120 rate

Novità in vista per quanto riguarda il tema dei rimborsi fiscali e della riscossione delle imposte, novità che riguarderanno la maggior parte dei contribuenti. In base ai vademecum riportati all’interno del sito dell’Agenzia delle Entrate chi decide di ottenere un rimborso derivante da mod. 730 o da mod. Unico dovrà seguire alcune particolari modalità. I contribuenti che non hanno ottenuto il rimborso del credito vantato da parte del datore di lavoro o da parte dell’ente pensionistico potranno presentare direttamente una apposita istanza all’ufficio territorialmente competente. Con la legge n. 147 del 2013 a partire dal 2014 il legislatore ha stabilito che per importi superiori a 4 mila euro l’Agenzia delle Entrate deve procedere alla verifica entro il mese di Dicembre eseguendo il rimborso al termine delle operazioni di verifica preventiva.
Per quanto riguarda il modello Unico se il contribuente nel quadro RX ha optato per il rimborso l’agenzia provvederà all’erogazione fatti i controlli di routine. Nel caso in cui vengano effettuati versamenti non dovuti o in eccesso rispetto al dovuto sarà il contribuente a doversi attivare per ottenere quanto spettante (entro il limite temporale di 48 mesi).
Per quanto riguarda la riscossione il dl 16 del 2012 ha innalzato l’importo minimo per provvedere all’iscrizione a ruolo prevedendo che i crediti riferiti a tributi erariali o regionali possano, a partire dall’ 1/07/2012, possano essere iscritti a ruolo solo nel caso in cui superino l’importo di 30 euro. Dall’1/1/2013 inoltre occorrerà sospendere ogni azione di recupero se il debitore presenta una dichiarazione in cui attesta che l’atto impositivo è interessato prescrizione, decadenza, sgravio, sentenza di annullamento, pagamento già eseguito o da altra causa di non esigibilità del credito.
Al contribuente viene inoltre concessa la facoltà di rateizzare l’importo sino a 72 mesi o una rateazione straordinaria con rate mensili sino a 120 mensilità in presenza di una situazione grave e comprovata di difficoltà economica. Per i debiti sino a 50 mila euro la rateazione si ottiene con la semplice presentazione di una istanza mentre per importi superiori occorrerà allegare all’istanza opportuna documentazione. Queste l novità principali del lavoro fatto dai tecnici di via venti settembre. A breve se ne dovrebbe sapere di più in materia fiscale ed economica.
In ogni caso la squadra di renzi non ha intenzione di fermarsi qui. Probabilmente ulteriori modifiche saranno effettuate anche per quanto riguarda il regime del vantaggio, ex regime dei minimi, visto che è allo studio una elevazione dell’aliquoita da pagare, che passerà dal 5 al 15 %.

Leave A Comment

Your email address will not be published.