Article Marketing

article marketing & press release

Le nuove professioni del web che sfidano la crisi

La crisi economica è ormai una realtà che ha investito ogni ambito lavorativo a discapito di occupazione e produttività. Ma c’è un settore, quello dell’Information Technology (IT) che sembra non aver subito flessioni e appare, anzi, in continua espansione. Sia perché ormai la nostra epoca è invasa dalle tecnologie informatiche e la richiesta è sempre molto elevata, sia perché si tratta di un’industria che come sua caratteristica intrinseca ha proprio quella dell’evoluzione continua e dell’innovazione.
Cambia il luogo dove cercare lavoro: i nuovi professionisti sono sul Web. Sviluppatori e programmatori, analisti e sistemisti, content manager, esperti Seo e della sicurezza sul web sono tra i più richiesti. Nessuna improvvisazione, però: servono formazione e qualifiche, competenze tecniche, conoscenze specifiche e idonee attitudini personali.
Missione e formazione
La nuova task force comprende tutti coloro che sono in grado di progettare e sviluppare nuovi prodotti e servizi, orientati ad aumentare e migliorare la produttività e la gestione aziendale. Sono professionisti abili nel controllo di qualità e nell’individuazione di opportunità per sviluppare nuovi mercati. Profili high skill che necessitano di percorsi di formazione mirati, training e aggiornamento continuo. Quasi sempre è richiesta la laurea, almeno di primo livello, ad esempio quella in Ingegneria, Scienze Matematiche o Informatica per i programmatori e gli sviluppatori.
Esistono molti enti di formazione che propongono specializzazioni, master e corsi specifici atti a fornire tutte le conoscenze specifiche, nonché le competenze tecniche necessarie allo svolgimento della professione. Ovviamente, trattandosi di uno dei settori più innovativi e dinamici del panorama lavorativo, il perfezionamento e l’informazione quotidiana sono indispensabili. E il web offre risorse inesauribili da consultare e adoperare per essere costantemente aggiornati sulle ultime novità: siti dedicati, forum di settore, newsletters, blog tematici, percorsi formativi a distanza.
Capacità e competenze tecniche
Trattandosi di profili altamente specializzati, è evidente che ad ogni figura professionale si richiedono specificità tecniche legate unicamente al ruolo ricoperto. Nonostante ciò, è possibile stilare un elenco di standard tecnici di base ai quali potersi riferire per orientarsi nell’ambito delle professionalità del Web. Si parte da una evidente dimestichezza nell’utilizzo di tutti i più comuni strumenti disponibili, dai software gestionali ai motori per la ricerca sul web, per arrivare all’acquisizione di una serie di competenze tecniche, informatiche e di potenziamento di uso quotidiano, quali: conoscenze base di mark up e fogli di stile (html, css), capacità di redazione di documenti tecnici, gestione delle relazioni e adeguatezza delle soluzioni proposte al committente in risposta alle necessità, ottima capacità di pianificazione e organizzazione.
Anche la conoscenza dell’inglese e, preferibilmente, di un’altra lingua straniera, fanno parte della formazione di base richiesta per questo tipo di professioni, basilare per accedere a fonti e dati in rete e per destreggiarsi in ambiente internazionale, considerando che la richiesta maggiore, nei confronti di questa tipologia di risorse umane, proviene da aziende con una “proiezione” all’estero.
Attitudini personali
Ci vogliono anche doti relazionali e organizzative. Per quanto corrisponda a verità il fatto che questi professionisti passino ore davanti al computer da soli, un’ottima tendenza all’adattamento ambientale e interpersonale è assolutamente necessaria. Che si tratti di una posizione dipendente o da libero professionista, le occasioni di interazione sono all’ordine del giorno. Un ascolto attivo e ottime doti di comunicazione, facilitano i rapporti con i colleghi e, soprattutto, l’orientamento nei confronti del cliente o utente.
In particolare, a livello di leadership, una percezione realistica delle proprie capacità, approntata a una volontà di sana convivenza, rende ottima la capacità di coordinamentodel lavoro tra più persone.
Molto apprezzate, e indispensabili in alcuni casi, sono le capacità di gestione delle situazioni critiche e di problem solving.
Alcuni consigli per concludere
Scegliendo questo tipo di professione, appare evidente che bisognerà trascorrere la maggior parte del proprio tempo davanti ad un computer, il che comporta un notevole sforzo intellettuale, una forte concentrazione nonché una certa sedentarietà. Il consiglio è quello di dedicare le meritate ore di riposo ad attività di svago che rilassino la tensione e riducano lo stress accumulato, cercando il più possibile di favorire le occasioni d’incontro con gli altri e di sviluppare le proprie relazioni sociali. Un’ottima valvola di sfogo, inoltre, è rappresentata sicuramente dall’attività sportiva, soprattutto se praticata all’aria aperta il più possibile.
Natalia Piemontese

Leggi di più su Talent Manager

Leave A Comment

Your email address will not be published.