Article Marketing

article marketing & press release

Prestiti Napoli: le procedure per accedere ai prestiti.

Oggi è molto difficile accedere al credito. Quindi nel momento in cui c’è necessità di un prestito non bisogna commettere errori che possano portare alla bocciatura della pratica di finanziamento.
I documenti necessari per accedere ad un prestito personale sono i seguenti:

  1. documento di riconoscimento: può essere carta di identità, patente di guida e passaporto.
  2. tessera sanitaria: occorre la tessera plastificata non cartacea.
  3. documento reddituale: busta paga per i dipendenti, modello unico per lavoratori autonomi e cedolino di pensione per i pensionati.
  4. utenza intestata all’indirizzo di residenza: ad esempio bolletta telefonica o elettrica.
  5. iban bancario per addebito sul conto corrente.

Qualora non sia possibile l’addebito sul conto corrente è valutabile la pratica di finanziamento con i bollettini postali. Per ulteriori informazioni: www.prestimutuo.it

Per poter accedere ad un finanziamento una volta preparati i documenti è fondamentale non avere negatività in banche dati e nei dati pubblici.

Per banche dati si intende Crif, Ctc, Experian e Centrale Rischi, dove vengono inseriti gli andamenti dei pagamenti di ogni singolo finanziamento.

Per dati pubblici si intende non avere protesti di assegni o cambiali e ipoteche o pignoramenti.

Qualora siano presenti una di queste negatività per gli autononi non è possibile accedere al credito, mentre per i pensionati e i dipendenti è possibile sfruttare il prestito garantito che sarebbe la cessione del quinto. Per i pensionati inoltre è possibile accedere anche al prestito vitalizio se si è in possesso di un immobile di proprietà.

Un altro elemento importante è il rapporto rata-reddito: significa che la rata non può superare il 40% del reddito netto.

Facciamo un esempio per far capire meglio come evitare una bocciatura di una pratica di finanziamento: se un ragazzo di 20 anni fa una richiesta di finaziamento con un importo richiesto pari a euro 10.000,00 nel 90% dei casi viene respinta in quanto cliente non censito è di giovane età.
In questo caso prima di presentare la pratica di finanziamento ed evitare la bocciatura immendiata i nostri consulenti da un’intervista al cliente chiedono se un genitore è disponibile a garantire l’operazione.
Inserendo uno dei genitori nella pratica di finanziamento sicuramente lo scoring della pratica può cambiare e quindi avere buone probabilità che la richiesta di prestito personale vada a buon fine.
La consulenza di PrestiMutuo è basata sull’analisi di ogni singola esigenza in quanto ogni richiesta di finanziamento è personalizzata.
Le banche e le finanziarie per approvare i finanziamenti applicano un sistema di credit-scoring.
Il credit-scoring è un sistema di punteggio che viene dato ad ogni singolo cliente in base alla situazione reddituale, all’andamento dei pagamenti di vecchi finanziamenti o finanziamenti in essere e alla situazione sociale. Per situazione sociale si intende:

  • componenti del nucleo familiare, se si è titolari di immobili di proprietà etc etc.
  • titolare di una linea telefonica fissa intestata.

Seguendo i consigli sopracitati ci sono buone probabilità di accedere al credito, mentre per avere un consiglio gratuito è possibile chiamare il nostro numero verde.

1 Discussion on “Prestiti Napoli: le procedure per accedere ai prestiti.”

Leave A Comment

Your email address will not be published.