Article Marketing

article marketing & press release

Franchising parafarmacie: la salute a prezzi convenienti

Tutto nasce con il decreto Bersani, che, per la prima volta, ha permesso la vendita di medicinali al di fuori delle tradizionali farmacie.
Non tutti i farmaci, ovviamente, ma solo quelli da banco, che non richiedono, cioè, la prescrizione medica. Ad oggi, grazie alla nuova legge, in Italia sono nate più di 2.600 parafarmacie e sono stati aperti oltre 600 corner della salute all’interno di supermercati e ipermercati.

L’obbligo della presenza del farmacista rende le parafarmacie un canale del tutto sicuro per l’acquisto dei farmaci con, in più, il vantaggio di notevoli sconti sui medicinali. In media, un risparmio del 4,7% secondo quanto affermato da un recente studio dell’Adiconsum.
 
Sicurezza e convenienza, dunque. Un’accoppiata vincente per un business in continua crescita. Solo nell’ultimo anno, infatti, le parafarmacie hanno registrato una crescita del 33%, passando da 2.017 a 2688. Quando devono curare un leggero mal di testa o un fastidioso mal di gola, dunque, sono sempre di più gli italiani che fanno un salto al più vicino ipermercato o si rivolgono alle parafarmacie, preferendole alle classiche farmacie.
 
Oltre ai farmaci da banco, in una parafarmacia si possono acquistare molti altri prodotti da quelli omeopatici  agli integratori alimentari, ai prodotti cosmetici ed erboristici. E ancora prodotti per l’infanzia e l’igiene, l’alimentazione, articoli di sanitaria, ortopedia.
Aprire una parafarmacia in franchising rappresenta dunque una scelta estremamente vantaggiosa. Del resto, anche in una farmacia la maggior parte dei guadagni deriva proprio dalla vendita dei farmaci da banco.

La presenza del farmacista è il punto di forza di una parafarmacia e rappresenta un elemento di tutela e garanzia per il consumatore.
Una ricerca recente dell’Eurisko sul ricorso all’automedicazione nel nostro paese, rivela che gli italiani sono sempre più attenti alla propria salute e all’uso consapevole dei medicinali.  Ed è per questo che, al momento dell’acquisto, ritengono estremamente  importante la presenza di una figura competente alla quale chiedere spiegazioni e dettagli sull’uso del farmaco, la posologia, le possibili controindicazioni o l’interazione con altri medicinali.

A chi si rivolge il franchising delle parafarmacie?
Aprire una parafarmacia in franchising offre a tanti farmacisti iscritti all’ordine la possibilità di avviare un’attività in proprio conquistando autonomia professionale ed economica.
Ma  non solo. Il franchising delle parafarmacie rappresenta un vantaggio anche per coloro che, pur avendo già un’attività avviata, desiderano ampliare l’offerta commerciale e la redditività del negozio.

Dove conviene aprire una parafarmacia in franchising?
In città nelle zone centrali e nelle vie commerciali di elevato passaggio, all’interno dei centri   commerciali, o nelle vicinanze degli ospedali.

Sei un farmacista e desideri renderti indipendente? Vuoi aprire un negozio in franchising per la vendita di parafarmaci, articoli sanitari e ortopedici?
Cerca tra le offerte dei  franchising di parafarmacie del portale ITALIA in FRANCHISING.

Leave A Comment

Your email address will not be published.