Article Marketing

article marketing & press release

Matteo Salvini sui giornali online stranieri

Matteo Salvini guida l’espansione etnonazionalista dell’Europa

Cinque anni fa, Matteo Salvini era ancora una figura ai margini politici dell’Italia. Era appena stato rieletto come membro italiano del Parlamento europeo ed era il nuvo capo  di quella che allora era conosciuta come la Lega Nord, un partito che nutriva il sogno di dividere il nord industriale italiano dal resto del paese.
In gioventù, Salvini, cresciuto in una famiglia milanese della classe media, era entrato nel partito attraverso una sezione locale. Ma le sue convinzioni si sono considerevolmente spostate: nel 2014, quando Salvini ha ammesso pubblicamente di tifare la squadra italiana di calcio ai Mondiali, è stato visto come una concessione significativa da un ex leader separatista e un marchio di un programma nazionalista più espansivo.

Ora, Salvini, 46 anni, è il nazionalista in capo in Italia, un vice primo ministro in un governo di coalizione populista e il politico più potente del suo paese. Il suo partito di estrema destra è conosciuto semplicemente come la Lega; Salvini dispensò severe critiche contro i poveri contadini del sud italiano in favore di un più energico rifiuto degli immigrati, dei musulmani e di altre minoranze indesiderate.
In tal modo, la Lega è diventata il più influente partito di destra nel paese, cannibalizzando il sostegno del centro-destra tradizionale.

Come il Presidente Trump e gli ultranazionalisti altrove, Salvini promette di mettere “gli italiani al primo posto”. E promuove il risentimento locale nei confronti delle politiche dell’Unione europea, inveendo contro i suoi burocrati cosmopoliti e quelli che chiama banchieri rapaci.
Questa settimana, ha turbato i mercati finanziari dopo aver suggerito che Roma fortemente indebitata sarebbe stata disposta a rompere le regole di bilancio dell’Unione Europea che limitano la quantità di debito pubblico degli Stati membri che possono maturare.

“L’Europa ha senso se riconosce diverse culture e identità”, ha detto Salvini in una recente manifestazione. “L’Unione Europea. non può basarsi solo su finanza e affari. Quello non è un sogno, è un incubo. ”

Tra una settimana Salvini potrebbe rendere l’incubo troppo reale per l’establishment europeo.
Il suo partito e una costellazione di altri partiti di estrema destra e euroscettici stanno facendo notevoli progressi nelle elezioni parlamentari europee.
Una stima suggerisce che fazioni di estrema destra e anti-establishment potrebbero vincere fino al 35 per cento dei voti, rivaleggiando con i maggiori blocchi di centro-destra e centro-sinistra del continente.
Ma possono lottare per una maggiore coesione – sebbene condividano l’avversione per l’immigrazione, i partiti nazionalisti e populisti di diverse parti d’Europa non sempre guardano alle questioni principali della politica continentale, compresa la spesa pubblica.

Ma Salvini si è posizionato come il portabandiera dell’estrema destra europea e punta a ricucire un blocco esteso di estrema destra che potrebbe sovvertire completamente i processi parlamentari dell’EU.
Ha già due importanti partiti di estrema destra europei – il Rally nazionale francese e l’alternativa per la Germania – sotto la sua bandiera.

Lontano dal cercare un’uscita dall’Unione Europea, l’estrema destra del continente, guidata da figure come Salvini, ritiene che una maggiore resa dei conti sia a portata di mano.

“La maggior parte di questi partiti populisti di estrema destra ha capito che dire alla gente che avrebbe lasciato l’E.U. e l’euro fa paura, “Jean-Yves Camus, un esperto all’estrema destra del think tank Fondation Jean Jaurès a Parigi, ha detto a France 24.” E l’esempio di Brexit aggiunge: gli inglesi sanno cosa vogliono ottenere fuori, ma non hanno idea di dove stanno andando. Quindi forse i populisti non hanno cambiato idea, ma hanno certamente cambiato il loro discorso – dal voler lasciare l’E.U. a volerlo rivedere dall’interno. ”

Salvini sta anche coronando il primo ministro ungherese Viktor Orban, il cui partito al governo Fidesz è stato temporaneamente sospeso dal principale blocco del centro-destra in Europa e potrebbe disertare all’estrema destra. In una recente intervista piuttosto surreale con l’intellettuale pubblico francese Bernard Henri-Levy, Orban ha salutato Salvini come un leader trasformativo continentale.

“Conduce un grande paese. L’Europa può sanzionare un piccolo paese come l’Ungheria “, ha detto Orban. “Non oserebbe andare in cerca di un paese come l’Italia, con 60 milioni di persone. Inoltre, l’Italia ha una voce potente. Sta fermo contro i migranti – occupare la linea del fronte “.

A Budapest questo mese, Salvini ha viaggiato con Orban verso il confine recintato dell’Ungheria e ha lanciato un avvertimento che Orban ei suoi avversari a sinistra erano troppo permissivi per l’immigrazione. “Per i nostri figli, lasciare un califfato islamico con la legge della sharia nelle nostre città, non è qualcosa che voglio fare e farò tutto quanto è in mio potere per scongiurare questo triste finale per l’Europa”, ha detto.
Salvini promette di affrontare i vincitori del concorso sui social media italiano

 

FONTE: www.mail.com

FOTO: matteopaolelli.blogspot.com

Leave A Comment

Your email address will not be published.