Article Marketing

article marketing & press release

11° edizione del Salone del Franchising e del Commercio Innovativo

Il salone ha riscosso nelle edizioni precedenti un importante successo, circa 9.000 visitatori suddivisi fra pubblico ed operatori. Tutto ciò perché gli obbiettivi della manifestazione si riconducono alla volontà di dare ulteriore impulso all’imprenditoria italiana; incrementare con essa l’occupazione nel Mezzogiorno; tracciare le linee guida del buon franchising; premiare gli attori socialmente più attenti e impegnati; creare attenzione, partecipazione e sinergia. Tanta attenzione mediatica si deve all’interessante fenomeno della crescita del franchising – e di conseguenza alle manifestazioni annesse come il Salone del Franchising e del Commercio Innovativo – che sta interessando il Sud del nostro Paese. Attenzione mediatica giustificata dall’importante e inattesa vivacità con la quale un comparto dell’economia tanto pionieristico quanto collaudato quale è il franchising, si sta facendo spazio, conferendo una spinta di non poco conto in un quadro economico generale di fatto stagnante e poco propulsivo. Lo sviluppo del franchising nel meridione è in espansione. Secondo il Rapporto di Quadrante , considerando un’area del Centro Sud e isole che comprende: Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia, Sardegna e Lazio, regioni esaminate perché esse rappresentano l’area di intervento e di interesse per il Salone di Catania, nel 2005, erano presenti 179 franchisor. In tale periodo il totale dei franchisor operativi in Italia era di 722 (più 7 non inclusi perchè hanno sede operativa all’estero). I 179 franchisor con sede operativa al Centro Sud e Isole rappresentano il 24,59% del totale dei franchisor operativi in tutte le Regioni d’Italia. Interessante anche il focus sulla Sicilia (Il Sole 24 ore Sud del 24/04/2007), Regione del Mezzogiorno particolarmente attiva nel settore del franchising, con il 14% dei franchisor operativi dal Lazio in giù, ed il 6.21% di affiliati rispetto al totale di quelli operativi in Italia. Le percentuali indicano quote importanti per il Centro Sud e le Isole rispetto al resto del Paese. Occorre inoltre precisare che tali numeri non includono realmente la totalità dei franchisor e franchisee operativi in questa porzione di Paese e nella nazione intera, in quanto le rilevazioni del Rapporto sul Franchising elaborato da Quadrante Srl considerano solo i franchisor con almeno 3/5 punti vendita affiliati, al fine di scremare e considerare esclusivamente i franchisor con una collaudata presenza sul mercato. Tale metodologia da un lato evita oscillazioni dei dati troppo ampie, aggirando il fenomeno del turnover dei franchisor giovani o poco professionali, dall’altro non considera le reti appena nate e operative sul mercato con meno di 3 affiliati. Inoltre dalle rilevazioni sono esclusi i Master Franchisee regionali (come ad esempio Ticket Com o Husse, reti in franchising operative all’estero che entrano in Italia tramite licenze di Master Franchisee regionali), e non sono calcolati nemmeno i franchisor regionali o pluriregionali.

Leave A Comment

Your email address will not be published.