Article Marketing

article marketing & press release

Allergie bambini: l’importanza di una dieta ad hoc

 

Alessandro è un bambino di nove anni, cerebroleso dalla
nascita a causa di un parto difficile e con qualche errore di troppo da parte
dei medici. Non riesce a camminare, ma si muove trascinandosi sulle braccia, in
pratica strisciando, negli spazi adibiti al gioco dalla famiglia.

Alessandro soffre di allergie agli acari, alle muffe, ai
pollini come quelli delle graminacee e anche di allergie e intolleranze
alimentari gravi, che si scoprono tra l’altro in maniera spesso traumatica,
cioè quando il piccolo sfoga in attacchi epilettici durante la notte.

Un quadro traumatico, certo, eppure l’amore dei genitori per
questo bambino non conosce ostacoli, sono stati consultati i migliori
specialisti per garantirgli un’esistenza il più possibile normale e serena. Per
combattere l’allergia di Alessandro, grazie anche al parere di un medico aperto
a nuove soluzioni, è stata installata la barriera antipolline Riabitat che ha
consentito un miglioramento nella sintomatologia allergica del piccolo, ma ogni
sforzo della famiglia è teso a cercare rimedi il più possibile efficaci per la
salute del bimbo.
Grazie anche alla consulenza di un luminare quale il dott. Marcello Mandatori,
autore di un libro dal titolo ‘Le guide di natura e salute’ ed. Tecniche Nuove,
è stata creata una dieta ad hoc per Alessandro che ha contribuito e sta
contribuendo a combattere l’intolleranza alimentare, evitando la
somministrazione incontrollata di farmaci.

Il principio che sta guidando la famiglia di Alessandro è
quello della ricerca di alimenti diversificati tesi a diminuire la risposta
infiammatoria, ecco che quando viene scoperto un alimento che può essere
dannoso per lui viene prontamente sostituito da un altro, ad esempio il latte
di mucca viene sostituito con quello di soia, la farina di grano con quella di
farro.

Anche la medicina omeopatica è
entrata a far parte della vita di Alessandro, essendovi diversi prodotti utili
a curare manifestazioni allergiche quali l’ Arsenicum album 9ch per l’asma e
Allium cepa 9ch per la rinite.

Grazie a questa ed altre ricerche
nel campo del “naturale” la famiglia di Alessandro ha scoperto che si possono
alleviare i sintomi allergici con prodotti fitoterapici tipo il Ribes Nigrum gemme DH1 o ancor meglio è
risultato di notevole importanza l’utilizzo di prodotti a base di Uova di Coturnice varietale (Coturnix
coturnix).

Basti pensare che si è scoperta
una bassa incidenza di fenomeni allergici in certe zone della Francia dove gli
abitanti sono soliti consumare in maniera abituale uova di quaglia, un alimento
dotato di proprietà antiallergiche, dato che il consumo di questo alimento
impedisce la liberazione di istamina dalle cellule, bloccando sul nascere lo
sviluppo della reazione allergica.

Altre conquiste molto importanti
per Alessandro sono state raggiunte presso l’Institutes for the Achievement of Human Potential
di Philadelphia. In questo centro infatti Alessandro è stato sottoposto a
esercizi fisici e terapie che gli hanno permesso di avere una mobilità più
autonoma ed efficace.

A Philadelfia Alessandro ha imparato
a leggere sia in italiano che in inglese, a contare e a far di conto ed anche
ad esprimersi in maniera più efficace con gesti e simbologie adatti, ad esempio
sfiorando frasi e risposte prestabilite scritte su fogli. Grandi traguardi che
danno la possibilità di vivere giornate più piene e piacevoli.

Leave A Comment

Your email address will not be published.