Article Marketing

article marketing & press release

Costo Attestato Certificazione Energetica

L’obbligo di allegare alle compravendite o locazioni l’Attestato di Certificazione Energetica (ACE) viene molto spesso visto come una ulteriore tassa sulla casa. Tuttavia anche se per ottenere tale documento occorre effettivamente pagare un professionista che rediga l’ ACE, da un altro punto di vista chi compra o affitta una unità immobiliare ha il vantaggio di conoscerne a priori i consumi energetici. L’Attestato di Certificazione Energetica deve essere quindi visto anche come uno strumento utile a valutare i costi di riscaldamento a cui andiamo incontro e i costi di eventuali opere di ristrutturazione (nel documento vengono spesso riportati gli interventi migliorativi che servono a ridurre i consumi energetici). Ad ogno unità immobiliare viene attrabuita una classe energetica (da A+ a G), con un significato molto simile a quello degli eletrodomesti. Una abitazione in classe G (la maggior parte delle case costruite prima degli anni 90) avrà pertanto dei costi di gestione nettamente superiori rispetto ad una abitazione in classe C o D.
Detto questo, molto spesso mi viene chiesto quanto costa un attestato di certificazione energetica (ACE). Non sempre è facile rispondere, ma soprattutto le attese sono sempre diverse in quanto chi fa la richiesta non è in grado di stimarne il valore, non conoscendo l’attività lavorativa che ci stà dietro e le responsabilità che ha un professionista quanto prepara l’attestato.

La redazione di un ACE richiede un sopralluogo obbligatorio per recuperare tutti i dati da inserire nel software di calcolo. Il professionista effettuerà un rilievo accurato dell’unità immobiliare, valuterà l’impianto termico esistente (nel caso di caldaia centralizzata è necessario effettuare anche il sopralluogo alla centrale termica) e richiederà al proprietario e/o all’amministratore di condominio e/o al manutentore dell’impianto termico, documenti quali prova fumi della caldaia (nel caso di caldaia autonoma <35Kw), allegato F (nel caso di caldaia centralizzata o comunque con potenza superiore a 35 kW) e dati catastali. I costi per la redazione dell’ACE dipendono da una serie di fattori, tra cui:

  • dimensioni unità immobiliare;
  • tipologia unità immobiliare (esistente/nuovo – residenziale/commerciale);
  • provincia in cui si trova l’immobile;
  • tipologia riscaldamento (autonomo/centralizzato);
  • documentazione disponibile (prova fumi caldaia, allegato F, piantina catastale, rilievo,..).

Molto spesso si trovano su Internet offerte di certificazione energetica a meno di 100 euro. Se un certificatore per queste cifre effettua comunque un sopralluogo e controlla in maniera attenta i dati che vengono inseriti, potete anche accettarla,ma non sempre è così. A volte al prezzo basso corrisponde un servizio scadente. Richiedete semper un preventivo per la certificazione energetica dettagliato.

Prezzi medi di mercato per una certificazione energetica:

Costo Attestato di Certificazione Energetica per abitazioni residenziali
Singole unità abitative fino a 60 mq: 150-180 Euro
Singole unità abitative da 60 a 100 mq: 180-230 Euro
Singole unità abitative da 100 a 160 mq: 230-300 Euro
Singole unità abitative oltre 160 mq: > 300 Euro
Intero edificio: preventivo ad unità immobiliare

Costo Attestato di Certificazione Energetica per uffici
Uffici fino a 60 mq: 160-200 Euro
Uffici da 60 a 100 mq: 200-250 Euro
Uffici da 100 a 160 mq: 250-340 Euro
Uffici oltre 160 mq: > 350 Euro

Leave A Comment

Your email address will not be published.