Article Marketing

article marketing & press release

Redditometro 2012, le principali voci di spesa

Il Redditometro 2012 che entrerà in vigore da giugno 2012, passerà al setaccio un centinaio di indicatori di spesa per calcolare il reddito sintetico dei cittadini italiani e comprendere se si discosta da quanto denunciato nella dichiarazione dei redditi. L’occhio vigile del fisco andrà ad analizzare le spese effettuate riguardanti le abitazioni, i mezzi di trasporto, le attività sportive e ricreative: la lista delle voci è stata elaborata e verificata nel corso di una lunga fase di test che ha interessato oltre 22 milioni di famiglie e 50 milioni di persone su tutto il territorio nazionale.
L’Agenzia delle Entrate intende assicurarsi che tra le spese che vengono effettuate dai contribuenti e le dichiarazioni di reddito presentate allo Stato non vi sia una differenza superiore al 20%. Il redditometro 2012 colpirà tutte le persone fisiche, imprenditori individuali, professionisti, commercianti, artigiani ed anche dipendenti e pensionati.

Per quanto riguarda le abitazioni, saranno tracciate le operazioni di acquisto degli immobili e le operazioni di ristrutturazione o di miglioria degli stessi. L’occhio del Fisco cadrà anche su spese legate alla collaborazione domestica, quindi relative alla presenza in casa di personale di servizio e sulle spese di utenza, cioè sulle bollette di luce, telefonia e gas. Oggetto di controlli anche il possesso di elettrodomestici e di altre apparecchiature elettroniche.
Specifica attenzione sarà rivolta ai mezzi di trasporto posseduti: auto, caravan,
moto e barche sono un ottimo indicatore del reddito disponibile.

Attenzione anche al comparto assicurativo, polizze auto e assicurazione su vita e infortuni e al comparto lavorativo, in cui si terrà conto di previdenza complementare e dei contributi previdenziali. Sotto controllo anche il fronte dell’istruzione, dalle spese per gli asili nido a quelle per i master. Anche i corsi di lingua e quelli universitari e di preparazione agli esami contribuiranno a determinare il tenore di vita secondo l’Agenzia delle Entrate, così come i soggiorni studio all’estero, l’Erasmus ed i canoni di locazione degli studenti fuori sede.
Non resteranno di certo esclusi gli aspetti ricreativi della vita degli italiani, come le iscrizioni alle associazioni sportive e culturali, gli abbonamenti alle pay-tv, i soggiorni nei centri benessere, i servizi della cura alla persona.
Il redditometro 2012 sarà particolarmente attento alle spese legate ad oggetti preziosi e agli investimenti, con monitoraggio del possesso dei beni d’arte e di antiquariato, depositi di oro e altri metalli preziosi, ma anche titoli azionari e obbligazionari, quote di partecipazione, fondi di investimenti, buoni postali, e così via.

Leave A Comment

Your email address will not be published.