Article Marketing

article marketing & press release

Movimento delle Sardine – In decine di migliaia a Roma San Giovanni contro le politiche di Salvini

Movimento delle Sardine – In decine di migliaia a Roma San Giovanni contro le politiche di Salvini

Il movimento è diventato un simbolo di protesta contro la retorica anti-migrazione dell’ex ministro degli interni
Uno dei fondatori del gruppo ha affermato che la marcia è stata una “sfida” per i romani per dimostrare le loro credenziali democratiche<

sardine a sangiovanni roma
Il Movimento delle Sardine in manifestazione a Roma. Foto: AFP

Sabato 14 Dicembre il movimento delle sardine guidato dai giovani si è radunato a Roma, come parte della loro campagna per combattere la xenofobia e scuotere la politica del paese.

Le “Sardine” sono diventate un simbolo di protesta contro il leader del marchio di fuoco di estrema destra Matteo Salvini , che ha servito come ministro degli Interni e vice primo ministro nel precedente governo di coalizione in Italia e ha represso l’immigrazione.

Nell’immensa Piazza San Giovanni di Roma, il pensionato Roberto Piperno era tra quelli che si univano alla folla, che cantava l’inno antifascista Bella Ciao, un punto fermo delle manifestazioni del movimento. Si è scoperto perché non voleva vedere “l’odio propagarsi” e a non fare nulla si sarebbe “vergognato di essere italiano”, ha detto.

Mirando al “populismo”, il trentaduenne Mattia Santori, fondatore del movimento, disse alla folla che l’idea era quella di “portare una nuova energia attraverso una forma molto più libera e spontanea” di un tradizionale partito politico “che non sarà gerarchico “, ma imposterà invece” direzioni generali “.

Un dimostrante sosteneva un gigantesco modello di sardine, mentre altri brandivano disegni e manifesti.

Il movimento, che ha solo un mese, è iniziato a Bologna quando una manifestazione organizzata da quattro sconosciuti attivisti per denunciare il discorso di “odio e divisione” di Salvini ha attirato una folla di 15.000 persone, sorprendendo tutti.

Sardine manifestazione piazza sangiovanni roma
I manifestanti partecipano a una manifestazione contro il leader di estrema destra Matteo Salvini a Roma. Foto: Reuters

Da allora hanno organizzato una serie di manifestazioni che hanno attirato decine di migliaia a Milano, Firenze, Napoli e Palermo.

“Il primo è stato contro Salvini e poi è diventato una riaffermazione della democrazia: siamo antifascisti, pro-uguaglianza, contro l’intolleranza, contro l’omofobia”, ha detto a AFP Mattia Santori, uno dei fondatori del movimento.

Santori, un ricercatore in economia, e gli altri co-fondatori – Andrea Garreffa, una guida turistica di 34 anni e Roberto Morotti, un ingegnere di 31 anni, affermano di voler rendere la politica “cool”.

Il rappresentante del movimento nella capitale italiana è Stephen Ogongo, un giornalista di 45 anni di origine keniota.

Ha creato la pagina Facebook del capitolo romano delle Sardine che ha annunciato la manifestazione circa 15 giorni fa.

“Il giorno seguente, c’erano 10.000 persone che volevano unirsi a loro”, ha detto. “Il giorno dopo 20.000.”

Mattia Santori San Giovanni Roma 2019
Mattia Santori, uno dei fondatori del Movimento Sardine. Foto: AFP

In vista della manifestazione di sabato, Ogongo ha affermato che “l’importante è vedere molte persone che scendono in strada per dire ‘siamo stanchi di questa cultura dell’odio. Non tollereremo più un linguaggio razzista, fascista, discriminatorio o sessista “.”

Ogongo ha ricevuto minacce e insulti quando ha pubblicato su  Facebook per cancellare i messaggi razzisti da un account che portava il nome di Salvini con il titolo di Primo Ministro.

Salvini, ha detto, aveva “permesso alle peggiori forme di razzismo” di prosperare. Molte sardine si radunano anche contro i cambiamenti climatici, la mafia e la povertà. Il movimento sta rivolgendo la sua attenzione alle piccole città che definiscono “territorio fragile”, suscettibili di “idee semplicistiche e populismo”.

Il Movimento delle Sardine è stato una risposta alla crescente forza nel nord della coalizione di destra della Lega guidata da Salvini.
Alla fine di ottobre, la Lega conquistò una vittoria storica nelle elezioni regionali regionali dell’Umbria centrale, che era stata guidata dalla sinistra per mezzo secolo. Salvini ora sta lottando duramente per tentare di catturare un’altra roccaforte di sinistra, la ricca regione nord-orientale dell’Emilio Romagna.
Le elezioni regionali sono fissate per il 26 gennaio e i sondaggi suggeriscono che i candidati della Lega si scontrano con l’attuale governatore del centro-sinistra. Salvini ha affermato di voler conquistare le regioni una ad una per far crollare l’attuale coalizione tra il movimento cinque stelle e il Partito Democratico di centrosinistra, e quindi provocare elezioni anticipate.
Altrove, piccoli raduni a sostegno delle sardine si sono svolti a Bruxelles, Madrid e Bordeaux nella Francia sudoccidentale.
“Sono qui per dire” no “ai politici fascisti”, ha detto ad AFP Angelo Pirola, 43 anni, una delle circa 300 persone riunite a Madrid.

FONTE:  www.scmp.com | South China Morning Post | Agence France-Presse
IMMAGINI: www.scmp.com | Crediti sotto ciascuna foto

Leave A Comment

Your email address will not be published.