Article Marketing

article marketing & press release

Category News e Attualità

torino: prezzi delle case di seconda mano in crescita del 3,5% nel secondo trimestre

rapporto di idealista.it sui prezzi delle case di seconda mano a torino, II trimestre 2009

a roma le case di seconda mano costano 4.391 euro/m2

rapporto di idealista.it sui prezzi delle case di seconda mano a roma, II trimestre 2009

milano, prezzi delle case di seconda mano in frenata nel secondo trimestre

rapporto di idealista.it sui prezzi delle case di seconda mano a milano, II trimestre 2009

Conto corrente, agli italiani piace online e low-cost!

Rappresentano il 40% del campione e crescono ad una velocità sbalorditiva, parliamo dei conti corrente online rilevati dall’Osservatorio Finanziario. Una delle ragioni delle preferenze italiane per i nuovi depositi è l’evidente risparmio sui costi di gestione rispetto ai conti tradizionali.

Commissione di massimo scoperto, le banche corrono ai ripari

Percentuale applicata sul massimo saldo negativo registrato durante il trimestre, la commissione di massimo scoperto viene applicata per tutti e tre i mesi, anche se in tale periodo il cliente e’ finito in passivo solo per un giorno.

Il conto corrente regge la crisi?

In un momento di forti turbolenze dei mercati e di dissesti finanziari molti risparmiatori si chiedono quanto sia opportuno mantenere il proprio conto corrente presso un determinato istituto di credito, piuttosto che rivolgersi a competitors più “sicuri” e credibili. Mentre si moltiplicano le incertezze arriva dal Sole 24Ore un piccolo decalogo di garanzie e sicurezze a misura di famiglia.

Conti correnti a suon di promozioni

E’ finita l’era dei rendimenti. Ormai la guerra si combatte su altri livelli, almeno per i conti correnti online.Questo per due motivi sostiene l’ottima ricerca dell’Osservatorio Finanziario

Bonifici e Rid: non ci sono restrizioni sugli ordini alle banche

Dalla riforma delle disposizioni antiriciclaggio sul contante e sugli assegni sono esclusi i bonifici, i giroconti e tutti gli ordini di pagamento assimilabili (si pensi, a Rid e Riba). In verità, questa esclusione c’è sempre stata, ma a maggior ragione essa trova una giustificazione, ancorché “indiretta”, nei nuovi provvedimenti.

IL CALCOLO DELLA PENSIONE: IL SISTEMA CONTRIBUTIVO

Il criterio di calcolo della pensione varia a seconda dell’anzianità contributiva maturata dal lavoratore al 31 dicembre 1995.
Viene adottato:

IL CALCOLO DELLA PENSIONE: IL SISTEMA RETRIBUTIVO

Fino al 31 dicembre 1992, per i lavoratori dipendenti, la pensione era calcolata sulla base della media delle retribuzioni lorde, rivalutate, degli ultimi 5 anni. Dal 1° gennaio 1993 il decreto legislativo 503/1992 ha introdotto il calcolo della pensione in due quote; una quota relativa alle anzianità maturate fino al 31 dicembre 1992 e una quota calcolata con le anzianità maturate dal 1° gennaio 1993 in poi.