Article Marketing

article marketing & press release

Benessere e salute: i segreti per una vita sana

Per mantenere il nostro corpo in uno stato di benessere e salute è necessario conoscere e mettere in pratica i segreti per una vita sana. Ma, siamo certi di avere una giusta cognizione di ciò che può significare il concetto di benessere e salute? L’Organizzazione Mondiale per la Sanità (l’OMS) definisce la buona salute come uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale. Quindi, uno stato di benessere e salute non è ristretto ad un concetto limitato all’assenza di malattia, ma corrisponde a determinati criteri esposti nel presente articolo.

Benessere è vitalità ed energia

La principale differenza tra un individuo sano e uno che non lo è il suo livello di vitalità ed energia. Ci si ammala, per lo più, a causa di un sistema immunitario debole e ciò accade quando c’è un livello di energia basso. Sul sito www.ssfa.it è possibile visualizzare le recensioni di tutti i migliori integratori naturali per promuovere il benessere dell’individuo.

Cos’è la malattia

Solitamente, lo stato di malattia si manifesta come un tentativo dell’organismo di ristabilire un equilibrio: il corpo cerca di disintossicarsi da accumuli di tossine o di eccessiva tensione o stress. Le tossine possono derivare da composti chimici negli alimenti, polveri, fumo, alcool, dieta squilibrata, pesticidi, metalli pesanti, coloranti. Ma tossici possono essere anche famiglie e rapporti interpersonali disfunzionali, lavoro usurante, scarso esercizio fisico, continui pensieri negativi, ansia e depressione.

I segreti per una vita sana

Innanzitutto, è importante fare del moto: ad esempio, mezz’ora al giorno di camminata è un toccasana di grande beneficio per la salute fisica e mentale. Per quanto riguarda, invece, un sano rapporto con il cibo, è necessario attenersi ai criteri che seguono.

Il nostro corpo necessita di giuste sostanze nutritive per “lavorare bene” e regalarci uno stato di benessere e vitalità. Al contrario, ingerire abitudinariamente sostanze nocive, che esigono complicati processi di elaborazione e scissione, sottrae energia e predispone ad uno stato di malattia. Pertanto, bisogna cercare di consumare cibi ogni giorno diversi, evitando cibi elaborati e preferendo cibi che siano il più possibile naturali e freschi. A tal proposito, è opinabile includere nella dieta quotidiana frutta e verdura fresche, sostanze non trattate e non raffinate, prodotti integrali.

Ancora, è buona norma imparare a leggere con attenzione le etichette dei prodotti alinentari industriali, alfine di controllare la presenza e la quantità di coloranti, emulsionanti, additivi conservanti, aromi artificiali ed evitarne l’acquisto il più possibile.

Altro criterio fondamentale, volto a preservare un buono stato di salute, è quello di avere cura di masticare bene il cibo: la prima trasformazione e digestione del cibo avviene in bocca, e se si mastica bene il cibo si faciliterà e si renderà più fruttuoso e salutare il lavoro di stomaco e intestino. Peraltro, bisogna tener presente l’importanza di collocare il momento del pasto in un’atmosfera tranquilla e distensiva dove è meglio spegnere la tv e prediligere un’amabile conversazione o della buona musica carezzevole ed armoniosa.

Inoltre, contrariamente all’uso comune di mangiarla a fine pasto, la frutta va consumata lontano dai pasti. Ad esempio al mattino, per assicurarsi un inizio di giornata ricco di vitamine e sali minerali, ed a metà mattino e metà pomeriggio, come gustosa e sana merenda. Passando ad osservare i prodotti di origine animale, questi vanno limitati ad un consumo riservato ad uno/due giorni la settimana, evitandone l’abbinamento con carboidrati (pane, pasta, patate ecc.): meglio prediligere proteine con contorno di insalata, verdura o frutta.

È bene anche tener presente, per attenersi ad un regime dietetico sano, che la bevanda tanto amata dagli italiani per colazione, cioè il caffè, non va consumata al mattino, quando ancora il nostro corpo è in fase di disintossicazione. Meglio sarebbe approcciarsi alla tazzina dopo le h11 della giornata. Infine, il consiglio principale: bere tanta acqua! La dose ideale sarebbe di almeno due litri al giorno, includendovi possibilmente anche succhi di frutta freschi e qualche buon the alle erbe.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.