Article Marketing

article marketing & press release

Come eliminare il gonfiore addominale

Avere una linea perfetta e un fisico in salute non sono ideali irraggiungibili. Alcuni ricorrono a faticose sessioni di attività fisica o palestra; altri si affidano non poco invasivi invasivi trattamenti chirurgici per ridurre drasticamente peso. Nella maggior parte dei casi, però, tutto questo può richiedere tempo e un peso economico davvero inaccessibile alla maggioranza.

Una buona soluzione che stanno adottando molti di coloro che stanno affrontando questo problema è ricorrere a prodotti specifici messi in commercio che integrano l’alimentazione con una composizione ben studiata di estratti e altri ingredienti naturali efficaci per liberare dai fastidiosi gonfiori ed eliminare grassi in eccesso.

Uno di questi prodotti è Reduslim, un preparato naturale acquistabile sul sito dell’integratore www.reduslimintegratore.com. L’assunzione di una pillola al giorno permette una graduale azione lipotropica, ovvero di scioglimento di grassi, favorendo non solo una perdita di peso ma anche un’accellerazione dei processi digestivi con conseguente liberazione dei gonfiori.  In questo articolo ci soffermeremo più nello specifico sui metodi che esistono per eliminare il gonfiore addominale, una delle principali cause di disagi fisici ed estetici.

Cause del gonfiore addominale

Il gonfiore addominale è una fastidiosa percezione di incrementata pressione a livello addominale determinata da uno sbilanciato carico di gas all’interno dello stomaco o dell’intestino. Ciò provoca inevitabilmente dolori addominali, meteorismo e i tipici rumori di gorgoglio intestinale.

Consideriamo brevemente le principali cause. Innanzitutto è bene e doveroso chiarire e che questo problema potrebbe avere sia una sola causa oppure essere l’effetto di altri disturbi o squilibri gastrointestinali. Tra questi ritroviamo la diarrea, la colite nervosa, l’intestino irritabile, allergie o intolleranze alimentari, disturbi del sonno e difficoltà di digerire.

Anche cattive abitudini alimentari e comportamentali contribuiscono notevolmente al gonfiore. Tra le più rilevanti ci sono il fumo, l’abuso di bevande gassate o eccessivamente zuccherate, stress, continuo masticare di gomme e caramelle nonché inghiottire velocemente gli alimenti senza una corretta masticazione.

Come combattere il gonfiore addominale

Essendo un disturbo strettamente associato alle abitudini alimentari e alla qualità del cibo, è importante approntare appropriati accorgimenti. Facciamo qualche esempio. Prima di tutto è bene evitare al massimo cibo e bevande cariche di gas, zuccheri e grassi. Questo comporta scegliere cibi freschi e di stagione piuttosto che cibi preconfezionati e industriali. Sarebbe meglio eliminare alcuni alimenti che potrebbero stimolare un produzione di acidi e infiammare i tessuti interni. Tra questi i più noti sono il caffè, superalcolici, spezie, frittura, insaccati e latticini. Una buona abitudine è quella di ridurre la quantità di cibo consumato durante la giornata ma assumerlo più spesso in modo tale che lo stomaco e l’intestino lavorino in modo equilibrato.

Quali alimenti contrastano il gonfiore addominale?

Diversi alimenti contribuiscono ad alleggerire il processo digestivo e promuovono un corretto assorbimento intestinale. Tra questi ritroviamo i cereali, lo zenzero, pesce, carne magra, latte e formaggi senza lattosio.

In conclusione, è possibile ridurre o eliminare completamente il gonfiore addominale ed evitare, pertanto, fastidiosi dolori e imbarazzanti disturbi. Approntando gli utili e benefici suggerimenti trovati in questo articolo, riprenderete in mano il benessere del vostro intestino e starete meglio con voi stessi e con gli altri.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.