Article Marketing

article marketing & press release

Come fare Ritratti d’Arte Digitale da Foto

Per fare un ritratto da foto utilizzando il computer per prima cosa dovete utilizzare un computer che funzioni bene. Se non lo avete andate in un negozio di informatica e comprate un computer e un programma di ritocco fotografico. In alternativa potete farvene prestare uno, ma chi vi presterebbe il suo computer per mesi e anni tanto così per farvi fare il ritrattista? Meglio investire nella nostra arte e comprarlo. Volendo invece di comprare il programma lo potete scaricare da internet scegliendo un programma open source, così risparmiate.

In secondo luogo l’artista digitale, e quindi anche il ritrattista digitale, deve essere in grado di conoscere bene tutte le funzionalità del programma di fotoritocco scelto, quindi vi dovrete mettere a studiare i vari comandi per lavorare le foto, regolarne la luminosità e il contrasto, la saturazione del colore, il bilanciamento delle ombre, la composizione dei colori nelle varie modalità, RGB o CMYK soprattutto. Sarà necessario ovviamente anche impratichirsi dei comandi per ritagliare, ruotare o riflettere le immagini, nonché a lavorare su livelli diversi contemporaneamente per ottenere un risultato interessante.

Avete uno scanner? Bene, imparate ad usarlo come si deve, perché non sempre la foto su cui dovrete lavorare sarà in formato digitale, quindi una scansione si riterrà necessaria, possibilmente fatta ad alta definizione per poter intervenire con maggiore libertà sulla foto nel momento di fare il quadro.

Diciamo che questa prima fase durerà almeno qualche mese di intenso lavoro, a meno che non vogliate produrre arte dozzinale e scontata. Qualche mese ovviamente solo per i rudimenti, lo sappiamo tutti che di imparare non si finisce mai, soprattutto in un campo artistico. Durante questo tempo ovviamente inizierete a stampare dei ritratti da foto da voi prodotti in fase di studio o diletto. Vi accorgerete che i tipi di stampa digitale sono molti, e molti sono i diversi supporti su cui si può riprodurre una immagine creata digitalmente. Potrete stamapare i vostri ritratti su carta di diverse grane e grammature, su cartone, su materiali rigidi quali l’alluminio o il plexiglass, su tessuti e così via.

Avete uno scanner? Bene, perché non sempre la foto su cui dovrete lavorare sarà in formato digitale, quindi una scansione si riterrà necessaria, possibilmente fatta ad alta definizione per poter intervenire con maggiore libertà sulla foto nel momento di fare il quadro.

Quando finalmente iniziate a lavorare sul ritratto da fare come opera d’arte dovrete collezionare centinaia di lavori da foto di ogni tipo per potervi dire un bravo ritrattista, in quanto le belle cose si possono improvvisare solo con grandi colpi di fortuna. Le foto su cui lavorerete saranno veramente diverse. Ci sarà la foto d’epoca, magari una vecchia foto degli anni Trenta, oppure vi daranno da ritrarre una fidanzata ripresa con lo smartphone, o anche una bruttissima foto delle vacanze dove il soggetto da ritrarre è nascosto dietro un gruppo di amici e porta gli occhiali da sole. O foto stupende, con volti sognanti e nitide zone di contrasto. Saranno foto a colori, foto in bianco e nero, fotografie sbiadite o mosse o scatti di altissima qualità. E semplici foto tessera, di quelle che usiamo per il passaporto.

Da ognuna dovrete tirare fuori un ritratto, utilizzando sia l’estro che il mestiere, perché dove le due cose viaggiano da sole, il risultato sarà, artisticamente parlando, più di forma che di sostanza.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.