Article Marketing

article marketing & press release

Condizionatore portatile: le caratteristiche indispensabili

Durante la stagione più calda dell’anno è importante avere un buon modello di condizionatore portatile, che possa rinfrescare la zona e permettere di avere un clima perfetto all’interno della propria abitazione o nel luogo di lavoro. Talvolta l’installazione del sistema fisso presenta un costo decisamente oneroso e soprattutto impedisce lo spostamento dell’elettrodomestico da una stanza all’altra, così da seguire il proprietario nei suoi spostamenti. Interessante è invece l’invenzione di modelli portatili, come ad esempio Artic Cube di Aircube.it, dalle dimensioni ridotte e la capacità di essere collocato ovunque si desideri senza limiti di spazio di alcun genere. Il consiglio è quello di non farsi trovare impreparati all’inizio dell’estate e dotarsi di un dispositivo che possa aiutare ad affrontare le temperature più torride in maniera decisamente più agevole.

Le diverse tipologie di condizionatori

Nell’immaginario collettivo il classico condizionatore è quello che viene fissato alla parete, dalla forma rettangolare e le dimensioni piuttosto ingombranti. Viene collocato un dispositivo per ogni stanza e non può essere rimosso dalla sua sede se non per le opere di manutenzione. Il suo funzionamento è di tipo elettrico e il consumo energetico notevole, soprattutto se il modello non è dei più recenti e non possiede la modalità di utilizzo eco. A risentirne sono i costi in bolletta alla fine del mese e quelli relativi alla pulizia e al cambio dei filtri, che necessitano di essere sostituiti di frequente per funzionare in maniera adeguata.

La variante più economica, pratica e moderna è quella della variante portatile, che può essere impiegata in ogni momento della giornata grazie a una semplice tecnologia basata sull’utilizzo dell’acqua. In questo modo sarà sempre possibile inserire la giusta quantità di liquido senza costi aggiuntivi oltre a quello iniziale, che viene notevolmente ammortizzato nel corso del tempo non dovendo ricorrere a una presa di corrente. In questo modo sarà anche minore il dispendio di energie non rinnovabili, come l’elettricità, optando per la soluzione più ecologica attualmente presente sul mercato. Le prestazioni sono comunque di ottimo livello e lo standard qualitativo si mantiene elevato nel corso del tempo.

I vantaggi e gli svantaggi dei condizionatori portatili

Possedere un buon modello di condizionatore portatile come aircube significa assicurarsi un clima fresco in ogni momento dell’estate, portando con sé un dispositivo piccolo e dalla forma cubica, collocabile in ogni zona della casa senza mai risultare invadente alla vista. Il vantaggio è certamente la mobilità ma anche il notevole risparmio energetico, riscontrabile nel breve e lungo termine grazie all’utilizzo della sola acqua corrente, convertita in aria fredda con una discreta potenza. Le performance sono ottime se si tiene conto del rapporto qualità prezzo, anche se la forza e il vigore raggiunto da un macchinario fisso è superiore grazie alla stazza del motore e dell’apparecchio. Per questo motivo la variante più piccola si presta al raffrescamento di una singola stanza alla volta, consentendo comunque di ottenere la temperatura desiderata a un costo decisamente inferiore sia per quello che riguarda l’acquisto sia i consumi.

Acquistare un condizionare portatile ad acqua potrebbe essere la nuova frontiera del condizionamento, poiché si tratta di una spesa che richiede un budget decisamente inferiore e soprattutto uno spazio a disposizione minore. Servirsi di un elettrodomestico del genere significa poterlo trasportare ovunque a proprio piacimento, godendo in ogni momento della sua efficacia e di una performance all’altezza delle aspettative. Il suggerimento è quello di provare e assaporare il risultato direttamente sulla propria pelle, lasciando fuori da casa caldo e afa.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.