Article Marketing

article marketing & press release

Creare il tableau di matrimonio in maniera originale

Per consentire ad amici e parenti di individuare il posto loro assegnato dagli sposi, ormai da anni si utilizza quello che viene chiamato tableau mariage, che consiste in uno o più tabelloni che possono avere un aspetto originale, i quali hanno un ruolo ben preciso, indicare a ciascuna famiglia o persona, il tavolo dove gusteranno il pasto offerto dai festeggiati.

La curiosità di capire dove sistemarsi è forte ed è per questo che l’aspetto del tabellone può essere buffo, elegante o divertente, ma dovrà essere chiaro. In base alla confidenza che si ha con i vari soggetti coinvolti, gli sposi possono decidere di indicare solo il nome o più formalmente nome e cognome. A seconda del numero di invitati, organizzare il prospetto richiederà tempo e attenzioni, tante possono essere le idee per il tableau del matrimonio.

Idee per un tableau del matrimonio originale

Il prospetto deve immediatamente essere visibile agli invitati che sopraggiungono alla sala del banchetto. Sicuramente il tableau si dovrà assoggettare al tema, allo stile ed eventuali colori che faranno da live motive durante la festa. Anche la location può determinarne uno stile: da molto serio ed elegante in ambienti ricercati, fino a conferire al tabellone un aspetto spartano, in un contesto rustico.

Un stile molto amato è quello provenzale; si utilizza la lavanda con colori tenui, assegnando ai tavoli nomi di piante, decorando alcuni vasetti magari appendendoli ad una vecchia finestra per un effetto vintage.

Molto romantico è anche l’utilizzo di una bicicletta con un ampio cestino pieno di fiori, nel quale riporre i vari foglietti con indicati i posti assegnati.

Per cavalcare lo stile shabby chic, molti utilizzano gabbie per uccelli, piccole, decorate con nastri pendenti, ai quali applicare i biglietti con i tavoli e relativi commensali. Il tutto può avvalersi anche di cuoricini in legno, dove applicare l’elenco dei vari tavoli.

In un contesto di campagna o montagna, si possono utilizzare vecchie pedane o pallets su cui ancorare un numero di vasetti di alluminio corrispondenti al numero di tavoli con relativi nomi.

Tra quelli più eleganti segnaliamo grandi specchi su cui vengono stampati i nomi di tutti gli ospiti, o più tradizionali lavagne dove scrivere la suddivisione suggerita e attentamente studiata dai futuri coniugi.

Alcuni tableau stravaganti si sono ispirati ad un portachiavi da albergo, dove le camere corrispondono ai tavoli e ad ogni apriporta è collegato l’elenco degli occupanti. Molti invece hanno assegnato ad ogni tavolo un libro, quando il matrimonio suggerisce un itinerario letterario, o nomi di città, in quelle feste che fanno volare con la fantasia, consentendo di fare una sorta di giro del mondo, magari utilizzando un enorme planisfero.

Tenendo conto dell’età, della pazienza e dell’intuito dei propri invitati, alcuni hanno deciso di optare per un tabellone intuitivo; ogni amico e invitato prova ad indovinare il posto, risolvendo cruciverba o scrutando fantasiosi collegamenti creati con fili colorati, uno stile definito gaming.

Quello che ai più potrebbe sembrare un banale indicatore prima di raggiungere il proprio tavolo, per molti sposi può rappresentare un elemento d’impatto anche divertente. Si potrà dare sfogo alla fantasia e con una buona manualità, potrà essere creato direttamente dagli sposi e dagli amici più intimi, ricorrendo ad oggetti strani simpatici, ma mai volgari, per non imbarazzare nessun partecipante. Nonostante la società sia molto libera, si suggerisce di dare ad eventi di questo tipo un contegno, così che l’occasione trasmetta una piacevole sensazione a tutti gli invitati.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.