Article Marketing

article marketing & press release

Le pizzerie si innovano: i menù diventano gluten free

La celiachia è una malattia che nel corso del tempo si espande sempre di più. È connessa all’alimentazione e costringe chi ne è affetto ad eliminare dal proprio regime alimentare alcuni alimenti.

Se, però, molti anni fa queste privazioni erano difficili da tollerare, in quanto la gamma di cibi a disposizione per un celiaco era abbastanza limitata, attualmente i supermercati, i ristoranti e le pizzerie stanno introducendo prodotti e alimenti che possano soddisfare ogni esigenza. In commercio ci sono numerosi marchi che vendono cibi gluten free di ottima qualità e per un celiaco organizzare una cena con gli amici non è più un problema.

I locali per cucinare piatti gluten free si sono dovuti trasformare, hanno dovuto aderire a delle norme igienico sanitarie tali da garantire la sicurezza delle proprie proposte ed evitare ogni minima intossicazione alimentare.

La presenza del digitale ha giocato un ruolo fondamentale in tal senso: ha permesso ad ogni consumatore di affidarsi a delle recensioni per la scelta del locale in cui pranzare, cercando la soluzione più adatta ai propri gusti e senza incorrere in esperienze negative. A maggior ragione per un celiaco, leggere i commenti di utenti che hanno avuto modo di provare i piatti di un ristorante è importante per garantirsi un’esperienza che associ la bontà delle pietanze al rispetto delle norme anticontaminazione.

Numerose sono, quindi, le recensioni di pizzerie senza glutine e ristoranti per celiaci pronte da essere consultate in qualsiasi momento.

 

Obblighi in cucina per i ristoranti gluten free

I ristoratori offrendo dei piatti senza glutine devono aderire a delle disposizioni legislative molto precise. Devono controllare tutte le fasi produttive, evitando anche contaminazioni incrociate. Infatti, non è sufficiente acquistare prodotti per celiaci se poi essi vengono contaminati in fase di trasporto o conservazione.

Ogni alimento gluten free deve essere completamente privo di grano, quindi bisogna prestare molta attenzione alle etichette perché anche una semplice bevanda potrebbe contenere tracce di grano.

Bisogna evitare ogni contaminazione durante il trasporto e la conservazione in magazzino: i prodotti per celiaci vanno conservati in un luogo a parte, lontano da quelli contenenti grano.

Inoltre, i ristoranti e le pizzerie gluten free devono cucinare i piatti per celiaci in pentole a parte e con utensili dedicati esclusivamente alla preparazione di queste pietanze.

 

Sintomi celiachia

La reazione dovuta ad una contaminazione da sostanze a base di grano può essere lieve o provocare una reazione infiammatoria più evidente del tratto dell’intestino tenue, organo responsabile dell’assorbimento delle sostanze nutritive.

In un celiaco possono manifestarsi in caso di intossicazione alimentare vari sintomi, come mal di testa, diarrea, anemia, perdita di peso, senso di stanchezza.

La celiachia è scatenata dall’assunzione di sostanze alimentari ben specifiche, ma può essere provocata da un forte stress psico-fisico, da particolari condizioni ambientali o da una certa predisposizione genetica.

Si tratta di una reazione immunitaria di tipo allergico provocata dalla presenza in alcuni alimenti della proteina del glutine, presente in determinate varietà di cereali e nel grano. Questa malattia colpisce circa 1 persona su 100 senza distinzione di età o sesso.

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.