Article Marketing

article marketing & press release

Una settimana in Corsica: collegamenti marittimi e località turistiche

Spiagge dorate, natura incontaminata, una vacanza all’insegna del relax, sport, vacanze per la famiglia e attrazioni storiche di inestimabile valore sono solo alcuni dei possibili motivi per cui visitare la Corsica, splendida isola francese che si affaccia nel mediterraneo a nord della Sardegna. Una settimana in questa meravigliosa meta turistica vi permetterà di apprezzarla non solo da punto di vista paesaggistico ma anche gastronomico e artistico, vediamo insieme come arrivarci e cosa visitare in una settimana di vacanze in Corsica.

Collegamenti marittimi

La Corsica come abbiamo detto è un’isola a nord della Sardegna, il traghetto quindi rimane alla resa dei conti il modo migliore per raggiungerla. Per scoprire quali sono le tratte che permettono l’approdo in Corsica, acquistare online i tuoi biglietti visita il sito www.traghettocorsica.com, in cui potrai inoltre rimanere sempre aggiornato circa le tantissime offerte che ogni giorno vengono riservate a questa ambita tratta. Tra aprile e ottobre tantissime sono le compagnie che consentono di salpare per la Corsica dai porti di Piombino, Livorno, Genova e Porto Torres, ad essi occorre aggiungere il porto di Santa Teresa di Gallura in Sardegna che è direttamente prospiciente le Bocche ci Bonifacio. Durante la stagione estiva inoltre sono numerosi i collegamenti giornalieri tra l’isola e il continente cosi da permettere al visitatore di scegliere l’orario più consono alle proprie esigenze di viaggio. Ultimo aspetto ma non meno importante sono i costi dei biglietti sempre piuttosto contenuti anche se è bene precisare che se si desidera viaggiare tra luglio e agosto è sempre preferibile prenotare in anticipo per avere la possibilità di scegliere la tratta a noi più confacente.

Bastia

La prima meta che senza dubbio incuriosisce i visitatori di tutto il mondo è Bastia. Città cardine dei collegamenti con l’Italia, Bastia è, cosi come tutta l’isola, una città che porta i segni delle varie dominazioni che hanno interessato la storia di quest’isola. Dai sardi, agli italiani passando per i periodi dell’indipendenza, la città di Bastia con i suoi vicoli e le sue chiese di Santa Maria e di Santa Croce, rimane ancora oggi un museo a cielo aperto che consente una lettura limpida della storia dell’isola. Altra attrazione di questa città è il museo di Bastia, ricco dei più pregiati ritrovamenti che narrano la storia controversa di un’isola piena di storia e di arte. Il porto vecchio oggi ospita la chiesa di San Giovanni il Battista, fulcro di uno dei quartieri di maggior fascino di questa città ricca di vita e di mistero. Ma Bastia non è solo storia ma anche shopping e relax, tantissimi sono i negozi che si affacciano sulla piazza di San Nicola dove è possibile acquistare prodotti locali e grandi firme dal fascino vintage.

Capo Corso

Nella parte a nord della città di Bastia è possibile visitare il cosiddetto “dito “della Corsica, ossia la sporgenza geografica dell’isola. Capo Corso diventato famoso per la sua conformazione orografica è una regione in cui la natura selvaggia regna incontrastata. Il visitatore rimane esterrefatto dai paesaggi mozzafiato e dagli scorci unici di questa parte di isola. Dopo aver superato Bastia si viene catapultati in un altro mondo, ricco di natura, alberi e montagne che si affacciano direttamente sul mare. Gioiello di questa parte dell’isola è Nonza, piccolo borgo che troneggia sulle rocce di Capo Corso, da cui è possibile godere di una vista unica sulla spiaggia nera di Nonza. Un contrasto di colori e nuance naturali unico nel suo genere che non solo vi conquisterà ma sarà un ottimo luogo dove rilassarsi e godere del silenzio della natura che vi circonda.

Spiaggia Saleccia e Lotu

Vicino a Bastia esiste anche un altro borgo che è Sant Florent nei pressi del quale è possibile visitare le due famose spiagge della Saleccia e di Lotu. Questi luoghi sono in assoluto i più belli e incredibili della costiera in Corsica. Qui il concetto dominante è la natura incontaminata, non vi è traccia dell’uomo, nessuna strada per raggiungere le spiagge e non ci sono strutture o costruzioni che invadano il paesaggio, solo pura natura. È possibile raggiungere questa zona sola via mare o con un 4×4, oppure è possibile partecipare a delle escursioni che vengono organizzate da agenzie del luogo. Poiché non vi sono sulla spiaggia luoghi di ristoro è possibile effettuare die pic-nic in spiaggia con numerosi prodotti locali.

Riserva naturale di Scandola

Tantissime sono le escursioni che spesso vengono organizzate, ma in particolare in Corsica una delle escursioni più famose è quella presso la riserva naturale di Scandola. Vi ritroverete immersi in un paesaggio mai visto prima, scogliere altissime a strapiombo sul mare, con una bellissima connotazione rossastra che si rispecchia nel mare. Questa costa cosi frastagliata ricca di grotte e insenature, si interrompe improvvisamente dinanzi alla maestosa bellezza del mare cristallino di queste zone. Questa zona è dal 1983 patrimonio dell’Unesco.

Porto Vecchio

Da nord a sud la Corsica offre sempre uno spettacolo fantastico ed è per questo che possiamo sportarci a oriente e trovare Porto Vecchio, uno dei borghi più famosi e più ricchi di storia e tradizione gastronomica dell’isola. Anche in questo piccolo borgo storia e tradizione si uniscono per generare poesia, vicoli ricchi di negozi pieni di artigianato locale e di ristoranti pronti ad offrirvi piatti da degustare affacciati sul golfo di Porto Vecchio. Se vi trovate a Porto Vecchio andrete sicuramente a visitare la spiaggia di Palombaggia che è considerata una delle spiagge più belle di tutta la Francia.

Bonifacio

Citta storica arroccata alla scogliera, Bonifacio è una delle città più vive dell’isola grazie alla presenza del porto attorno al quale vivono numerosi ristoranti e locali. Rinomata è la scalinata di Montèe Rastello, unico accesso alla parte storica della città, nonché la parte più alta della città stessa. Anche qui potete ammirare non solo la parte naturale della costiera, ricca di insenature in cui fare escursioni e gite in battello, ma anche i sapori tipici di questa zona dell’isola di cui gli abitanti vanno fieri.

Insomma della Corsica è possibile innamorarsi in mille modi, ammirando le sue scogliere mozzafiato o apprezzando la tradizione gastronomica e storica dei suoi borghi, ma ciò che rimane una certezza è che quest’isola è una vera miniera di emozione e di piacere.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.