Article Marketing

article marketing & press release

Carte geografiche personalizzate, una marcia in più per agenzie viaggi, tour operator, alberghi, hotel e b&b

In tutte le realtà che operano nel turismo, la presenza delle cartine geografiche come strumento di lavoro è ormai scontata: da sempre, siamo abituati a vedere negli alberghi e nelle agenzie di viaggi almeno una mappa appesa al muro, di solito raffigurante la città o la regione nella quale si trova la struttura.

L’evoluzione del settore turistico ha reso ancor più essenziale il ruolo della cartografia, che oggi svolge una funzione di supporto quanto mai ampia e variegata grazie anche alle straordinarie possibilità offerte dalla personalizzazione.

Di una cartina geografica, infatti, si può scegliere il soggetto, il formato, la versione, il materiale; ogni opzione diventa poi un oggetto unico quando viene contrassegnata dal logo dell’attività, da uno slogan o da un qualsiasi altro messaggio “ad effetto”.

In questo modo, la carta geografica si trasforma di volta in volta in gadget promozionale, veicolo pubblicitario, espressione del tipo di attività svolta, importante segno di appartenenza e di identificazione per operatori e collaboratori.

Nei contesti legati al turismo, dal b&b al tour operator, dall’agenzia di viaggi ai servizi escursioni, il viaggio è il filo conduttore, il tema dominante: e quindi, cosa meglio delle carte geografiche per farsi conoscere e ricordare?

Le piccole piantine di città con il logo, solo per fare un esempio, sono uno strumento imprescindibile per una guida turistica, ma anche un bellissimo dono con cui omaggiare gli ospiti di un hotel.

Le mappe di grandi dimensioni svolgono un ventaglio di funzioni altrettanto ampio. Si pensi ad un’agenzia di viaggi: qui, un grande planisfero politico moderno appeso al muro è un bellissimo complemento d’arredo, ma al tempo stesso agevola il cliente e l’operatore durante la scelta e la prenotazione della meta.

Con le cartine, inoltre, chi lavora nel turismo può ideare tantissimi oggetti unici e accattivanti.

Le strutture ricettive, ad esempio, potranno optare per una cartina che sia il suo “simbolo” e usarne la stampa per personalizzare i tessili delle camere (copriletti, tende, asciugamani), le decorazioni della sala colazione (tovagliette all’americana, centrotavola, piccoli segnaposto, vassoi, ecc.) o addirittura i pezzi dell’arredamento in reception (il banco del ricevimento, le poltroncine, i piani dei tavolini).

E che dire dei gadget e dei regali per gli ospiti? Come le penne con il logo dell’attività, un classico della gadgettistica in questo settore, che diventano subito belle e particolari con la stampa di un planisfero antico.

Per saperne di più >>

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.