Article Marketing

article marketing & press release

Come capire se manca gas al condizionatore di casa

Come si può capire se il proprio condizionatore sia scarico e quindi non funzioni al massimo delle proprie performance?

Come capire se il proprio condizionatore è scarico

In primo luogo sarà utile controllare lo stato dei filtri che di regola dovrebbe essere un’operazione da compiere nella manutenzione considerata ordinaria del proprio condizionatore. Nei filtri infatti con un utilizzo continuato e quotidiano potrebbero annidarsi grosse quantità di polvere e sporcizia che rallenterebbero il funzionamento del condizionatore finanche a bloccarlo. Nel caso si rinvengano grosse quantità di polvere sarà quindi opportuno smontare i filtri e procedere al lavaggio utilizzando acqua e aceto. Il consiglio, in fase di asciugatura, è quello di essere meticolosi e cercare di rimuovere ogni traccia di acqua aiutandosi anche con un panno in microfibra per essere sicuri di assorbire tutta l’acqua presente.
In molti casi partendo da un controllo dei filtri si può risolvere il problema del proprio condizionatore senza procedere oltre.

Il secondo aspetto da controllare è il canale di vaporizzazione del condizionatore oltre che il vano del condensatore. Andando ad operare una pulizia profonda e accurata di queste zone si potrebbe risolvere il problema legato ad un funzionamento lento e singhiozzante del condizionatore, molte volte una sana manutenzione ordinaria può sollevare l’utente dal chiamare un tecnico che dovrà effettuare operazioni più pesanti.

Il malfunzionamento di un condizionatore può essere dovuto anche all’intero meccanismo di refrigerazione dell’aria che dipende dalle ventole, in questo caso sarà opportuno controllare lo stato di pulizia e di funzionamento delle lamelle interne al condizionatore che potrebbero essere ostruite dallo sporco o peggio essere deformate o rotte. Nel caso in cui si ignori la posizione di questi pezzi occorrerà consultare il manuale di istruzioni fornito assieme al condizionatore, le lamelle dovranno quindi essere pulite o, successivamente alla pulizia, allineate.

In ultima analisi si può procedere con un po’ di pazienza e di buona volontà all’analisi dell’intero sistema di refrigerazione dell’aria per cercare eventuali danni o accumuli di sporco che possono inficiare nel funzionamento del condizionatore. Possibili problemi potrebbero infatti derivare da accumuli di muffa sui principali pezzi dell’apparecchio, in questi casi sarà utile contattare il proprio servizio di assistenza che provvederà ad operare in modo professionale e senza ulteriori danni.
In ogni caso è possibile ci si può rivolgere al team di www.assistenzacondizionatoriromaeprovincia.it.

 

Cosa influisce sull’efficienza del condizionatore

I fattori di rischio che possono aggravare uno stato di sofferenza dell’apparecchio di refrigerazione dell’aria potrebbero riguardare un mancato isolamento o una perdita nei punti di giunzione dei tubi dovuti ad un deterioramento dei materiali dovuto a molte cause specie di temperatura. Altri fattori di rischio potrebbero riguardare la dispersione di elettricità o malfunzionamenti a livello software in caso di condizionatori con display e monitoraggio da applicazione.

Eliminate tutte le condizioni precedentemente esposte, il problema è da ricercare nello stato del gas refrigerante del condizionatore. In questo caso bisognerà operare sui tubi presenti vicino all’unità esterna che spesso viene installata al di fuori della propria abitazione. È un’operazione per la quale non occorre contattare l’assistenza ma sarà utile a chiarire le idee riguardo l’orgine del problema.

Nel caso di un condizionatore scarico, nell’unità esterna il tubo relativo all’alta pressione dovrebbe ghiacciarsi molto più rapidamente del normale. In situazioni normali infatti il gas utilizzato per la refrigerazione non dovrebbe consumarsi mai, i problemi sorgono spesso i seguito di perdite che ne compromettono la durata.
In base a questi rilievi sarà utile controllare il funzionamento del condizionatore riguardo a rumori diversi dal normale e da possibili perdite dei tubi del gas.

In generale in queste situazioni è opportuno chiamare un servizio assistenza che potrà facilmente provvedere alla sostituzione del gas o operare sul punto di rottura. Affidarsi all’assistenza è consigliato sopratutto in relazione alla pericolosità di operare con i gas di refrigerazione in quanto sono particolarmente pericolosi.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.