Article Marketing

article marketing & press release

Gatto Ragdoll, la dieta ideale a partire da un anno di età

Al compimento dei 12 mesi di vita, il tuo gatto Ragdoll entra nell’età adulta. Cambia quindi il suo fabbisogno nutrizionale: dalle esigenze della crescita si passa a quelle del mantenimento, che richiedono un apporto di nutrienti simile per qualità ma assolutamente differente in merito alla quantità.

Proteine e aminoacidi devono essere presenti in un dosaggio più contenuto, così da offrire il necessario sostegno al tessuto muscolare senza appesantire i reni e la digestione.

Altrettanto bilanciato deve essere il contributo di sali minerali: potassio, fosforo, calcio e ferro, infatti, sono indispensabili per supportare il benessere delle ossa, dei denti e dell’apparato cardiovascolare, ma il loro dosaggio deve rispettare l’equilibrio della funzionalità urinaria e scongiurare tutte quelle affezioni che derivano da un eccessivo accumulo di minerali (cistiti, calcoli, struviti, ecc.), specie se il micio è sterilizzato e quindi maggiormente predisposto.

Nei primi mesi di vita, come avrai notato, il tuo Ragdoll era sempre in movimento: quotidianamente, quindi, aveva bisogno di una grande quantità di energia.

Adesso che è adulto, lo vedi sicuramente più posato, quando non sedentario: la quota di energia che assume col cibo, quindi, deve essere decisamente ridimensionata.

Opta per una piccola quantità di riso, piselli, patate o altra fonte di carboidrati ben tollerata e a ridotto carico glicemico in grado di sostenere la sua vitalità senza causargli sovrappeso, disturbi digestivi, intolleranze alimentari o, peggio ancora, cronicità come diabete e obesità.

Da aumentare, invece, è il tenore di vitamine e di antiossidanti da frutta, verdura ed erbe officinali: oltre a rafforzare il sistema immunitario, infatti, questi nutrienti preservano la giovinezza cellulare contrastando tumori e disturbi dell’età avanzata.

Alcuni vegetali, inoltre, sono ricchi di fibre e di fermenti prebiotici (è il caso della polpa di barbabietola e della cicoria), e sono senz’altro da inserire nella dieta per i loro effetti benefici sul colon e sulla regolarità intestinale; aiutano anche ad espellere i boli di pelo, problema particolarmente diffuso tra i Ragdoll a motivo del loro manto lungo.

E a proposito di manto: sapevi che gli Omega 3 e 6 lo rendono ancora più bello? Questi acidi grassi essenziali si trovano nel pesce, nei semi di lino e in alcuni oli (salmone, girasole).

I loro benefici sono molteplici: oltre a migliorare l’aspetto del pelo, proteggono la cute e gli altri tessuti da secchezza e infiammazioni.

In più, mantengono il cuore in buona salute ed esercitano un’azione molto positiva sui livelli di colesterolo, contrastando anche il sovrappeso.

Per alimentare quindi nel modo corretto il tuo gatto Ragdoll adulto, fai sempre attenzione che il suo cibo sia in grado di fornirgli tutti questi apporti e che contenga la carne come ingrediente di base.

Se opti per un alimento industriale (crocchette, umido) leggi bene l’etichetta prima di acquistarlo. Scegli una formula con un’alta percentuale di carne, preferibilmente monoproteica e priva di cereali per una maggiore digeribilità.

Per saperne di più >>

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.