Article Marketing

article marketing & press release

Il mondo dei trapani avvitatori

Cosa sono e quale tipologia scegliere?

Ti è mai capitato di comprare un mobile o di aggiustarne uno? Hai mai prestato attenzione a quanto tempo impieghi per inserire le viti nel punto giusto senza sfaldare la superficie o piegare le viti? Per ovviare a problemi come questi, esistono sul mercato attrezzi utilissimi per facilitare la vita di un professionista ma anche di chi è amante del fai da te: i trapani avvitatori.

I trapani avvitatori, detti anche cacciavite elettrici, sono  particolari utensili che consentono di inserire e togliere le viti dai fori filettati e non, in modo facile, veloce e efficiente. Ci sono varie opzioni di base su cui può ricadere la scelta quando si acquista un trapano avvitatore elettrico o senza fili. Ma quale è la scelta migliore per l’acquirente che vuole utilizzarlo?  Il tipo di acquisto di un trapano avvitatore dipende soprattutto dal tipo di lavoro per cui lo strumento verrà utilizzato e, quindi, dipende dal caso specifico. Ciò potrà dare indicazioni sulle caratteristiche da considerare, come la potenza, la tensione della batteria, la durata della batteria in alternativa al motore elettrico con cavo di collegamento elettrico.

Per fare una buona scelta di un trapano avvitatore devi porti alcune domande, che, di seguito, ti elencheremo.

Che tipo di materiale deve forare il trapano avvitatore che comprerò?

In genere tutti i trapani avvitatori possono forare legno e metallo. Più il materiale che intendi forare è duro, maggiore sarà la potenza che dovrai richiedere per ottenere un lavoro adeguato e pulito di avvitatura. Se il materiale da forare è il calcestruzzo prova a scegliere fra i trapani avvitatori a percussione, che hanno una duplice funzione: rotazione e martellatura della vite.

Qual è il diametro di foratura medio che intendo realizzare?

Ogni trapano avvitatore ha, fra le caratteristiche tecniche, i diametri massimi di foratura eseguibili. Se sei incerto, scegli un trapano avvitatore che ha un diametro massimo mediamente alto.

Meglio il trapano avvitatore elettrico o a batteria?

La varietà di trapani avvitatori può essere categorizzata in due settori: i trapani avvitatori a batteria e quelli con cavo di collegamento elettrico. Sono entrambi ottimi trapani avvitatori se scegli un modello di una marca specializzata e affermata sul mercato.  Ognuno di essi ha i suoi pro e contro in base al modo in cui viene utilizzato, ma va fatta una scelta in relazione al tipo di utilizzo. Un trapano elettrico ti garantisce una potenza maggiore e massima leggerezza rispetto al trapano avvitatore a batteria, ma le batterie di ultima generazione competono ormai considerevolmente in termini prestazionali con i classici motori elettrici a filo e sono più versatili e comodi grazie alla possibilità di utilizzarli dappertutto senza la preoccupazione della distanza del trapano dalla presa elettrica.

Come scegliere la potenza del trapano avvitatore?

I trapani cordless hanno una potenza variabile solitamente fra i 4 e i 36 Volt. Già una minima potenza è adeguata per eseguire lavori leggeri su legno, ma generalmente la scelta più frequente ricade sui modelli che hanno una potenza di circa 10 Volt. Questi ultimi sono modelli indicati per lavori poco intensivi di inserimento di viti non eccessivamente lunghe.  Anche la versione di 18 Volt è largamente utilizzata perché nonostante la potenza più elevata, la maneggevolezza e la leggerezza dell’utensile restano inalterate. Scegliere un trapano avvitatore di 36 Volt, significa utilizzare un attrezzo molto potente, capace di fare una foratura di grande profondità e spessore, ma allo stesso tempo ingombrante e pesante.

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Copyright © 2019 www.article-marketing.eu - Tutti i diritti riservati - Powered by link UP Europe! P.IVA 09257531005
Associazione Culturale per l'uso didattico ed etico dell'informatica
Sede legale: Via Pietro Rovetti, 190 - 00177 - ROMA