Article Marketing

article marketing & press release

Gatto, informazioni utili sulla gestazione e la nascita

La tua gatta sta per diventare mamma?

Portarla dal veterinario è la prima cosa da fare non appena ti rendi conto che la tua piccola amica è incinta. Una accurata visita preliminare servirà ad accertare che tutto proceda bene.

Gli incontri successivi, da concordare con il veterinario secondo il calendario più opportuno, consisteranno in visite ed esami (come l’ecografia) volti a verificare sia lo stato di salute della gatta che lo sviluppo dei piccoli.

La gestazione del gatto dura mediamente 64/67 giorni, ma in alcune particolari razze (come il Siamese) può arrivare anche a 70 giorni.

Il periodo passa attraverso varie fasi, dalle nausee delle prime settimane alla profonda stanchezza degli ultimi giorni.

La gatta ingrassa in modo progressivo; i cuccioli sono già ben visibili all’esame ecografico a partire dal trentesimo giorno.

Durante tutto l’arco della gravidanza non è necessario che la gatta stravolga completamente tutte le sue abitudini: può tranquillamente dedicarsi alle attività preferite come correre e giocare, se lo desidera.

Gli unici cambiamenti da imporle riguardano la dieta, che consisterà in un alimento molto nutriente specifico per gattini o per gatte in gestazione, e la possibilità di uscire all’esterno, da riconsiderare soprattutto negli ultimi giorni per evitare il rischio che partorisca lontana da casa.

In genere, il parto del gatto avviene in modo rapido ( di solito, non più di 24 ore) e senza particolari sforzi: la gatta è in grado di partorire in piena autonomia, tagliando da sola il cordone ombelicale e occupandosi della pulizia dei suoi cuccioli.

Tuttavia, non è mai opportuno lasciarla da sola in questo delicato momento: oltre che del tuo sostegno affettivo, la gatta potrebbe aver bisogno d’aiuto in caso di difficoltà.

Non esitare a contattare il veterinario se noti sforzo eccessivo, sofferenza o perdite ematiche scure. L’allattamento dura dai 40 ai 60 giorni, trascorsi i quali la micia non produce più latte.

Nella fase più intensa dell’allattamento, la produzione di latte è molto abbondante e basta a nutrire a sufficienza tutti i cuccioli; le poppate si ripetono con molta frequenza durante il giorno e durano circa 20 minuti.

Com’è comprensibile, questo frangente sottoporrà il fisico della tua piccola amica ad una fatica non indifferente: sostienilo con una buona alimentazione, facendola mangiare più volte al giorno (fino a 4 o 5 volte) e scegliendo un alimento specifico per gatte in lattazione.

Maggiori informazioni >>

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Copyright © 2019 www.article-marketing.eu - Tutti i diritti riservati - Powered by link UP Europe! P.IVA 09257531005
Associazione Culturale per l'uso didattico ed etico dell'informatica
Sede legale: Via Pietro Rovetti, 190 - 00177 - ROMA